06 novembre 2012 14:00

Noam Chomsky insegna linguistica al Mit o all’Mit? Dipende da come si legge la sigla del Massachusetts institute of technology. Sgombriamo subito il campo da un equivoco: nessun lettore si attarda a scioglierla. È più facile che la legga come una parola comune – come si fa con il Coni e l’Onu – oppure distinguendo ogni lettera, come si fa con il Pd, il Pdl e l’Idv (a proposito, come si legge M5s?).

E visto che in inglese Mit si pronuncia una lettera alla volta, noi a Internazionale pensiamo che i nostri lettori facciano lo stesso, perciò scriviamo che Chomsky insegna all’Mit, non al Mit. Ogni tanto qualcuno protesta: “Il modo corretto è quello di usare la preposizione tronca ‘del’ senza nessun apostrofo e poi l’acronimo Mit”, afferma un lettore in un’email arrivata alle Correzioni la scorsa settimana.

Un altro qualche mese fa era perplesso perché nelle pagine di cinema c’era scritto “il 1 giugno”: “Io lo leggo ‘il uno giugno’. Sbaglio io a leggere o voi a scrivere?”. Nessuno dei due, è solo questione di convenzioni. Ma parlando nessuno direbbe “l’uno giugno” o tantomeno “il uno giugno”. Sarebbe un po’ come leggere l’anno 2012 “ventidodici” o “due zero uno due”. Perfino Chomsky si sorprenderebbe.