Atlante alternativo

30 gennaio 2019 18:04

1. Balthazar
Fever
Il giro di basso come una malattia tropicale, i tam tam e i coretti e certi svolazzi d’archi da buon noir di serie B, e una cospirazione di timbri maschili; e un febbrile sobbollire di chitarre che portano la temperatura ai livelli di guardia. Quanta sapienza in sei minuti di pezzo (che dà il titolo al nuovo album) da parte di questa band bicefala belga. Sfogati certi bollori solisti, Maarten Devoldere e Jinte Deprez, cantanti e autori, celebrano la loro bromance di talenti concedendosi un video che somiglia a una zingarata un po’ snob a Lanzarote.


2. The Andrè
Originale
“Ascoltavo De Andrè e mi sentivo sbagliato… Nella mia cameretta con vista sul prato”. L’epoca sbagliata e la cognizione del dolore; le fanfare di Terepattola e i fiati corti del Sudamerica; le Marinelle, Madonnine e Maddalene dalle soffitte del cantautorato versus le “tipe” di Bello Figo; e forse non lo sai ma pure questo è Habibi. Voglia di giocare con i registri in questo album brillante e furbetto: Themagogia. Tradurre, tradire, trappare. Ghali e Nanni Svampa, la Dark Polo Gang e Joaquín Sabina, impanando tutto con afflato vocale da giovane faberoso.


3. Mòn
Water the plants
Dai acqua alle piante: me l’hai promesso. Siamo agli antipodi del cantautorato, in un’oasi di pace laconica, preverbale, con parti vocali tutte in inglese, subordinate al gusto per poliritmi tropicalisti, tessiture strumentali e rivoli di musicalità solare, increspati da malinconie di trombe o accordi in minore. Su tutto, un senso di natura, foreste, ruscelli che fluisce lungo l’album Guadalupe, secondo di questa band romana dal tocco leggero e misterico, tra gli islandesi Mùm e gli americani Animal Collective nell’Atlante globale dell’indefinibile beatitudine sonora.


Questo articolo è uscito nel numero 1291 di Internazionale, a pagina 88. Compra questo numero| Abbonati

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il processo a Osman Kavala mette in gioco la credibilità della Turchia
Hugh Williamson
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.