07 aprile 2020 17:56

“Ripensai alle parole che Marlowe mi aveva detto più di quindici anni prima: ‘I morti non portano il doppio petto’. Ah, i morti non portano il doppiopetto… Mah, certo che Marlowe ne diceva di stronzate”. La battuta pronunciata dal protagonista del film, un detective sulle tracce di uno scienziato misteriosamente scomparso, interpretato da Steve Martin, dà un’idea chiara di cosa aspettarsi in questa divertente parodia dei film noir e delle detective story degli anni quaranta-cinquanta. Una parodia, ma anche un amorevole omaggio.

Il mistero del cadavere scomparso di Carl Reiner non solo si diverte a fare il verso a quel genere di film, ma ne usa in modo brillante alcuni protagonisti, facendoli comparire qua e là in ruoli secondari. Oltre a Humphrey Bogart, Ingrid Bergman, Alan Ladd, Burt Lancaster, Ava Gardner e tanti altri divi, un grande ruolo nel film lo ha il lavoro di scrittori, scenografi, fotografi, compositori e montatori che hanno reso leggendario quel tipo di cinema. A loro, come dice un cartello alla fine dei titoli di coda, questo film è “affettuosamente dedicato”. E a tutti loro, nel nostro piccolo, vorremmo aggiungere gli attori che hanno realizzato il doppiaggio italiano, alcune delle voci più celebri del cinema come Ferruccio Amendola, Maria Pia Di Meo, Nando Gazzolo e Vittoria Febbi. Voci che chi ama il cinema riconoscerà senza nessuna fatica. Grazie a loro Il mistero del cadavere scomparso è un altro di quei film da vedere anche nella versione doppiata.

Il mistero del cadavere scomparso
Di Carl Reiner. Con Steve Martin, Rachel Ward, Carl Reiner, Reni Santoni. Stati Uniti 1982, 89’. Su YouTube.