14 maggio 2020 17:57

Beastie Boys story è un documentario di Spike Jonze sul celebre trio hip-hop, realizzato durante una serie di spettacoli al King Theater di Brooklyn in cui Michael Diamond (Mike D) e Adam Horovitz (Ad-Rock), sopravvissuti a Adam Yauch (MCA) che è morto per un cancro nel 2012, raccontano la storia del gruppo e prima ancora della loro amicizia, nata quando erano poco più che ragazzini. Il documentario fila via veloce mentre Mike D e Ad-Rock ripercorrono una carriera che in trent’anni, insieme a MCA, li ha visti cambiare pelle, stile e modo di porsi verso il mondo e verso la loro arte.

Forse per un motivo generazionale i Beastie Boys sono la band (chiamarli così mi sembra molto strano) a cui sono più affezionato. La loro storia non è necessariamente più interessante, più rocambolesca o più sensazionale di quella di altre rockstar o celebri gruppi, ma il modo in cui loro la raccontano la fa assomigliare molto alla loro musica, e forse per questo, alla fine del film, mi sento ancora più legato a loro. Più che idoli, icone o star, sono delle persone simpatiche, ironiche e intelligenti con cui è bello passare un paio d’ore. In più c’è di mezzo Spike Jonze, quindi aspettatevi qualche sorpresa.

Beastie Boys story
Di Spike Jonze. Con Michael Diamond e Adam Horovitz. Stati Uniti 2020, 120’. Su Apple tv