16 settembre 2014 16:28

*Sono un uomo gay e da più di tre anni ho una relazione molto appagante con il mio fidanzato. Entrambi abbiamo poco più di vent’anni, e la nostra vita sessuale ci soddisfa. Ho appena scoperto che lui ha praticato quella che potrei definire solo come “ciberinfedeltà”. Aveva un indirizzo email segreto, postava annunci nella sezione di incontri fra uomini di Craigslist e si era perfino aperto un profilo sul sito d’incontri Adam4Adam. Più o meno una volta alla settimana, di sera, mentre io ero al lavoro, si scambiava foto e chattava con altri uomini. *

*Lui sostiene di non aver mai incontrato nessuno, e che tutto si limitava allo scambio di fotografie. Mi ha lasciato guardare il suo account di posta elettronica segreto, dove non ho trovato nulla che facesse pensare a incontri dal vivo. Gli ho chiesto di cancellare questi account, e lui l’ha fatto. Io sono completamente sotto shock, perché per il resto la nostra è una relazione intima e affettuosa. Lui si vergogna e ha capito di aver sbagliato. *

Posso accettare che abbia voglia di guardarsi qualche porno quand’è da solo (io lo faccio), ma la quantità e la segretezza di questi suoi comportamenti è palesemente poco sana. Insieme abbiamo fatto grandi progetti, e non ho dubbi sul fatto che il suo impegno nei miei confronti sia serio. Adesso come devo comportarmi, e cosa devo fare per avere la certezza che non lo faccia più?

–Stressing Over Cyber Infidelity

Non è vero che i comportamenti del tuo fidanzato si possono “definire solo come ciberinfeldeltà”. Si possono definire anche come “innocui flirt online”. Tu però hai deciso di affibbiare ai suoi comportamenti l’etichetta di “infedeltà”, SOCI, e adesso ti senti in dovere di farti un bel tracollo nervoso stile “il mio ragazzo mi ha tradito”.

Cerca di vederla in questo modo: se il tuo fidanzato si fermasse regolarmente in un bar a bere un cocktail, e la gente flirtasse con lui, e lui flirtasse a sua volta – ma senza fare nient’altro – sarebbe “Mojito-infedeltà”? Se qualcuno se lo squadrasse per bene nello spogliatoio della palestra, e lui se lo squadrasse per bene a sua volta, sarebbe”cardio-infedeltà”? No e no.

E un fidanzato che sbrocca per interazioni del genere passa inevitabilmente per geloso, insicuro e ossessionato dal controllo. Ma allora che differenza fa se il tuo ragazzo flirta un pochino online? Il problema è che si è fatto una sega pensando ad altri? Anche tu, quando guardi i tuoi porno, ti fai le seghe pensando ad altri. È perché si è masturbato pensando e interagendo con uomini con i quali potrebbe in teoria avere rapporti reali? Tanti uomini, pur avendo relazioni monogame – gay, etero o bisessuali – si fanno le seghe pensando a gente con cui hanno flirtato al bar o in palestra, ovvero gente con cui hanno interagito e con cui potrebbero avere rapporti reali.

Te lo dico io cosa devi fare, SOCI: chiedi al tuo fidanzato di darci un taglio perché questa cosa ti mette a disagio. Ma non equiparare i suoi “flirt online” a “ciberinfedeltà”, se non vuoi renderti infelice da solo, e non sorvegliare le sue attività online – perché l’unico modo per “avere la certezza che non lo faccia più” è mettere il naso negli affari suoi – se non vuoi farti lasciare.

(Traduzione di Matteo Colombo)