19 giugno 2016 18:09

La capacità di apprendere una lingua straniera potrebbe dipendere dalle caratteristiche genetiche degli individui e da alcune proprietà del cervello. Secondo uno studio pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences, i fattori genetici e le strutture del cervello interagiscono tra loro, determinando quanto sia facile per un individuo adulto imparare una lingua straniera.

Nella ricerca sono state seguite alcune decine di studenti cinesi che si erano iscritti a un corso full immersion di inglese di una università statunitense. Ping Mamiya e colleghi dell’Università di Washington si sono chiesti da che cosa dipendesse il successo degli studenti, che seguivano tutti lo stesso corso di inglese. Con alcune tecniche di visualizzazione mri hanno esaminato la struttura del cervello dei giovani e le modifiche che subiva durante il periodo del corso. Hanno scoperto che venivano modificate alcune strutture della sostanza bianca, deputate a mettere in comunicazione diverse aree del cervello. Subivano cambiamenti soprattutto le aree legate al linguaggio.

I ricercatori hanno anche scoperto che un gene, chiamato comt, influenza queste trasformazioni della sostanza bianca del cervello. In molti casi il gene comt e i cambiamenti nella struttura della sostanza bianca influenzavano il risultato degli esami.