La celiachia potrebbe avere origini virali

08 aprile 2017 12:55

Un’infezione virale potrebbe facilitare la comparsa della celiachia. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Science, i reovirus potrebbero giocare un ruolo, almeno parziale, nello sviluppo della malattia. Questa condizione è caratterizzata da una risposta del sistema immunitaria al glutine, una proteina contenuta nei cereali come il grano.

La risposta autoimmune provoca un’infiammazione nell’intestino, un’alterazione della sua mucosa e infine malnutrizione. La grande maggioranza delle persone è invece tollerante al glutine e può consumare senza problemi il grano. Romain Bouziat e colleghi hanno studiato l’azione dei reovirus nei topi. Questi virus infettano spesso i bambini, senza alcun sintomo. Sono quindi considerati innocui.

Secondo gli autori, in alcuni individui, la presenza del virus “confonde” il sistema immunitario. Infatti, il sistema immunitario reagisce alla presenza virale. Tuttavia, tale reazione potrebbe portare al blocco delle cellule t ad attività regolatoria, le cellule del sistema immunitario che bloccano la risposta al glutine e che rendono le persone tolleranti alla proteina. Lo sviluppo della malattia celiaca è comunque un fenomeno complesso, che dipende anche da altri fattori, come quelli genetici.

pubblicità

Articolo successivo

Il mondo in breve