Sommario

9/15 ottobre 2015 • Numero 1123

Cuba, prossima apertura

Le riforme all’Avana sono appena cominciate. Ma c’è già chi è pronto a fare affari con gli statunitensi 

9/15 ottobre 2015 • Numero 1123

La settimana

Provocazione

Verrà un tempo in cui ci sembrerà una pazzia non aver voluto una polizia internazionale. Adriano Sofri l’ha detto domenica scorsa dal teatro Comunale di Ferrara, forse consapevole della provocazione

In copertina

Prossima apertura

Hugo Cancio è uno dei tanti cubani fuggiti a Miami all’inizio degli anni ottanta. E che oggi tornano per approfittare delle riforme avviate all’Avana e fare affari con gli statunitensi. Senza essere ostacolati dal governo castrista

pubblicità

Attualità

Le bombe americane su Kunduz

La strage nell’ospedale di Medici senza frontiere colpito dagli statunitensi dimostra il fallimento della politica di Washington in Afghanistan

Visti dagli altri

Una colpa ereditata

Il 12 agosto 1944 i soldati tedeschi uccisero 560 persone a Sant’Anna di Stazzema. Settant’anni dopo il massacro, il nipote di uno degli ufficiali delle Ss incontra i sopravvissuti

India

La politica del manzo

In diversi stati indiani i nazionalisti indù hanno imposto il divieto di macellare i bovini e venderne la carne. La legge colpisce soprattutto i musulmani e crea danni enormi all’economia e alle fasce più povere della popolazione

pubblicità

Scienza

Vita da cavia

Le persone che si guadagnano da vivere sottoponendosi ai test sui farmaci lavorano in condizioni estreme e sono poco tutelate. Ma hanno creato una rete per difendersi dagli abusi

Mali

Il punto  di partenza

Il Mali ha una lunga tradizione di emigrazione e i soldi inviati da chi lavora all’estero sono fondamentali per la sua economia. Ma il viaggio per lasciare il paese è sempre più pericoloso

Portfolio

Divisi ma uniti

Dopo aver documentato i conflitti nel mondo, il fotografo belga Cédric Gerbehaye ha deciso di tornare a casa per conoscere finalmente il suo paese 

Ritratto

Julio Hancco. Il signore delle patate

Sulle Ande i contadini quechua convivono da millenni con
un ambiente difficile sfruttando la biodiversità e l’ingegno. Uno di loro è diventato il simbolo della riscoperta dell’agricoltura tradizionale in Perù
 

Viaggi

Asfalto mitico

Le strade che nel mondo sono diventate dei simboli: alcune per la loro storia, altre per gli incredibili paesaggi che attraversano

pubblicità

Graphic journalism

Cartoline da Stoccarda

Di Aleksandar Zograf
 

Pop

La velocità uccide

Di Mark C. Taylor

Siria

La crociata siriana  della Russia di Putin

Mentre ci si interroga sulle motivazioni e le conseguenze dell’intervento russo in Siria, la popolazione continua a morire sotto le bombe del regime e per la violenza dei gruppi jihadisti

Americhe

Troppe armi negli atenei statunitensi

Il 1 ottobre un uomo ha ucciso nove persone in un campus in Oregon. Alcuni politici pensano che per evitare queste stragi servano più armi. Ma i dati dimostrano il contrario

Europa

I portoghesi premiano il governo dell’austerità

La vittoria del premier Passos Coelho alle elezioni del 4 ottobre mette a nudo gli errori dei socialisti. Che oggi sono a un bivio: seguire la sinistra radicale o rimanere una forza riformista

pubblicità

Cultura

Eroi editoriali

Il ritorno di personaggi letterari dopo la morte degli autori è un affare per editori ed eredi, spesso a scapito della qualità

Scienza e tecnologia

C’è vita intelligente sulla Terra?

Perché siamo tanto affascinati dalla possibilità che ci siano organismi viventi su Marte, si chiede George Monbiot, e intanto distruggiamo quelli del nostro pianeta? 

Economia e lavoro

Il commercio sul Pacifico si allarga

Dodici paesi che si affacciano sull’oceano Pacifico hanno firmato un accordo di libero scambio. Con questo trattato Stati Uniti e Giappone sperano di limitare l’ascesa della Cina

Editoriali

Sull’orlo di un’altra intifada

Haaretz, Israele

Editoriali

Sentenza politica sulla privacy

Le Monde, Francia

pubblicità

Opinioni

Il destino di un nome

Tra due mesi nasceranno le nostre gemelle, i nomi sono decisi ma resta da scegliere chi si chiamerà come. Come si fa?

Opinioni

Sempre  di più

“Prolifico” è prossimo a diventare un insulto? Di certo è un vocabolo in bilico. Una volta, alla domanda “meglio il prolifico Balzac o il trattenuto Manzoni?”, la risposta era sicura: meglio Balzac.

Opinioni

Rabbia in cerca di indirizzo

Salma, 5 anni, ha chiesto alla zia di portare alla sua festa di compleanno una grande torta decorata con l’immagine di lei insieme al padre. I bambini e le loro madri si sono avvicinati per assistere al taglio della torta

Opinioni

Il libero scambio  non c’entra niente

La verità è che il Tpp mira a manipolare le relazioni commerciali e d’investimento dei suoi firmatari in nome e per conto delle più potenti lobby dei singoli paesi 

Opinioni

Il dialogo impossibile sulla Catalogna

Ormai è dimostrato che ogni gesto accentratore e ogni misura repressiva aumentano il sostegno popolare al fronte indipendentista e cementano la sua unità

Opinioni

Troppo e tutto insieme

Mia Couto, portoghese nato e cresciuto in Mozambico, biologo a Maputo, ha narrato l’Africa con vigore e profondità, ma si lascia prendere a volte da ambizioni troppo grandi: 
 

Opinioni

Parole dal bianco

Secondo Walter Siti tutti i poeti hanno in comune il fatto di “essere parlati”, il sentirsi ispirati, nelle cose da mettere in versi, da qualcosa che è altrove: in alto, come dio, o in basso, come l’inconscio, qualcosa che rende il poeta non completamente padrone di quello che dice e che tuttavia lo spinge a trovare il modo di dirlo

Opinioni

Mala tempora music

Rome, The Arch3type, Alfonso Moscato

Opinioni

Tre erre per un pc

C’è relazione tra uso del computer e sviluppo delle competenze linguistiche e matematiche? L’Ocse ha cercato una risposta raccogliendo dati in 31 paesi. Il computer in sé non è un apriti sesamo.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.