Sommario

27 novembre/3 dicembre 2015 • Numero 1130

Tempo scaduto

La conferenza di Parigi è un’occasione da non perdere per fermare i cambiamenti climatici

27 novembre/3 dicembre 2015 • Numero 1130

La settimana

Armi

Parlando di guerre, stragi, sparatorie, esplosioni, massacri e carneficine, può valere la pena di ricordare ancora una volta da dove vengono le armi usate dai terroristi e dagli eserciti, e chi ci guadagna nel produrle e venderle

In copertina

Catastrofe assicurata

Il fronte contro i cambiamenti climatici chiede ai governi di adottare misure concrete al vertice di Parigi. E intanto ha trovato un alleato inaspettato: le compagnie assicurative, che temono di perdere i loro profitti se il clima sarà ancora più imprevedibile

pubblicità

Attualità

Perché Molenbeek

Emarginazione. Violenza. Povertà. Alla periferia di Bruxelles il radicalismo islamico è alimentato da una situazione sociale esplosiva. Reportage dal quartiere dove vivevano quattro degli attentatori di Parigi

Attualità

Il grande bazar delle armi

Molti dei più gravi attacchi terroristici compiuti negli ultimi tempi in Europa hanno dei legami con il mercato nero delle armi in Belgio

Attualità

La strategia del jihad

Il gruppo Stato islamico ha sfruttato le debolezze dell’Europa e del Medio Oriente. E rispecchia tutti gli errori che abbiamo commesso

pubblicità

Attualità

Diplomazia economica

La politica estera della Francia è un misto di obiettivi commerciali, iniziative avventate e alleanze sospette. Manca una visione strategica. Lo dimostrano la vicinanza all’Arabia Saudita e la linea tenuta nella crisi siriana e nella questione palestinese

Giappone

Seconda mano

I giapponesi hanno sempre vissuto in case nuove. Ma oggi, con milioni di abitazioni abbandonate in tutto il paese, sta nascendo un mercato dell’usato

Argentina

I detective di Borges

Per più di dieci anni due impiegati della biblioteca nazionale argentina hanno cercato, in libri e riviste, le tracce lasciate dallo scrittore Jorge Luis Borges quando diresse l’istituto, dal 1955 al 1973

Portfolio

La resistenza di Bamako

Le Rencontres de Bamako, la biennale di fotografia del Mali, permettono di fare il punto sulle tendenze fotografiche del continente africano, scrive Christian Caujolle

Ritratti

Jimmy Morales. Humour nero

Il prossimo presidente del Guatemala è un noto comico che ha saputo sfruttare la rabbia degli elettori contro i politici corrotti. Ma dietro di lui ci sono i militari che hanno oppresso il paese per anni

pubblicità

Viaggi

Troppo belli  per essere veri

In campeggio nel Montana, per ammirare i paesaggi offerti dal Glacier national park: laghi color turchese, ghiacciai e sullo sfondo le montagne Rocciose

Graphic journalism

Cartoline da Seoul

Di Jorge González

Pop

Come un primo bacio

Di Mohsin Hamid

Americhe

L’Argentina sceglie il cambiamento

Il conservatore Mauricio Macri, imprenditore ed ex sindaco di Buenos Aires, è il nuovo presidente argentino. La sua elezione mette fine all’epoca dei Kirchner

Africa e Medio Oriente

Il terrorismo maliano ha radici locali

Il 20 novembre un albergo di Bamako è stato attaccato da uomini armati. Le violenze in Mali sono il risultato di decenni di abbandono del nord del paese, scrive Paul Jackson 

pubblicità

Cultura

Il collettivismo degli zombi

I morti viventi di tanti film, romanzi e videogame invitano a riflettere sui paradossi dell’occidente

Scienza e tecnologia

Inutili violenze

Oltre a essere moralmente inaccettabile, la tortura non funziona, dicono gli scienziati, perché le informazioni estorte non sono attendibili. Allora perché la si continua a usare?

Scienza e tecnologia

Gli algoritmi ci aiutano ad assumere le persone

Quando si tratta di trovare la persona giusta per un posto di lavoro, gli esseri umani non sempre fanno la scelta migliore. Perché si fanno influenzare da preferenze irrazionali

Economia e lavoro

Crepe nel tempio della finanza globale

Un gruppo di grandi banche ha manipolato il mercato dei titoli di stato statunitensi. Un crollo potrebbe avere effetti devastanti

Editoriali

Un colpo alla Russia in Siria

Tatjana Stanovaja, Politcom, Russia

pubblicità

Editoriali

L’Europa tra libertà e sicurezza

Thomas Mayer, Der Standard, Austria

Opinioni

Il futuro della carne

Come avete preso nella tua famiglia le novità dell’Organizzazione mondiale della sanità sulla carne rossa? Io sto diventando paranoica

Opinioni

La piramide del dominio

 Se l’inerme è colui che è senza armi, se l’innocente è chi non nuoce, l’armato che uccide l’inerme e l’innocente è il peggiore degli esseri umani

Opinioni

Strade deserte

Avevamo un duplice dilemma. Prendere la mia macchina con targa israeliana o quella del mio amico con targa palestinese? E quale strada scegliere, tenendo conto dei possibili blocchi israeliani?

Opinioni

Loveolution

Cesare Picco, Newton Faulkner, Livia Ferri

Opinioni

Lo sguardo dell’America Latina

Con il passare del tempo L’insensé (linsense.fr ) è diventato un appuntamento annuale irrinunciabile

Opinioni

Come rubare al ladro

Dopo la grande storia lontana di Amitav Ghosh, eccone una piccola, capitata oggi a un figlio di immigrati indiani nel Regno Unito

Opinioni

Preparati ma frustrati

Dalla fine della seconda guerra mondiale quello che chiamiamo “ceto medio” è andato crescendo insieme all’economia. All’inizio degli anni novanta, in Italia, era diventato più grande e complesso che mai: tre quinti degli italiani appartenevano a una classe diversa da quella di origine

Opinioni

A scuola di coraggio

Insegnanti sotto esame: in Francia si discute nella stampa specializzata e nei blog di ciò che in classe si può dire e fare a proposito delle stragi del 13 novembre e della lotta al terrorismo

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.