Sommario

480 (21/27 marzo 2003)

La guerra di Bush

Numero speciale

480 (21/27 marzo 2003)

Il solito business

Scusate se parliamo di soldi. Un mese di bombardamenti americani sull’Iraq costa 12 miliardi di dollari. Ogni anno le Nazioni Unite fanno una stima degli aiuti necessari alle popolazioni che attraversano una crisi umanitaria. Gran parte degli aiuti arriva da paesi con economie relativamente piccole: Svezia, Canada, Norvegia, Irlanda. Quest’anno le Nazioni Unite hanno chiesto 163 milioni di dollari per l’Eritrea. Il Guardian rivela che ne hanno ricevuti solo quattro, ossia il 2,5 per cento. Il Burundi, uno dei paesi più poveri del mondo, ha ottenuto il 3 per cento degli aiuti chiesti. La Liberia l’1,2 per cento, la Sierra Leone l’1 per cento, la Guinea lo 0,4. E non va meglio ai paesi considerati geopoliticamente fondamentali: nei Territori palestinesi è arrivato solo il 2,9 per cento degli aiuti necessari e in Afghanistan l’8,4. Per inciso, il bilancio annuale dell’Afghanistan è di 460 milioni di dollari: la metà di quanto spendono ogni mese gli Stati Uniti per dare la caccia a bin Laden. Leggi

Scienza e tecnologia

Cacciatori di cactus

pubblicità

Viaggi

Il verde dell’Europa

L’ultimo pezzo di foresta vergine del nostro continente si trova in Podlasia, una regione della Polonia in cui convivono culture e religioni diverse. I suoi abitanti sono molto attenti ad accontentare i turisti occidentali

Iraq

Le solite promesse

Malgrado le assicurazioni sulla guerra pulita, anche questa volta le vittime civili saranno tante. Come nel 1991

Africa e Medio Oriente

La musica del diavolo

pubblicità

Opinioni

Gli Usa hanno sbagliato su tutto, e la crisi diplomatica di questi mesi lascerà il segno

Iraq

Deserto umanitario

In Iraq mancano le strutture e il personale per aiutare la popolazione in fuga dalle bombe

Padre e figlio

Marco Franzoso, Gli invincibili Leggi

Economia e lavoro

La svolta di Schröder

Iraq

Maschere di guerra

Questa guerra è l’esorcismo di un evento impossibile da cancellare. E questo la rende interminabile

pubblicità

Opinioni

La risorsa primaria della vita è scarsa. Soprattutto per i paesi poveri

Iraq

Arrivano i soccorsi

La pianificazione degli aiuti umanitari tradisce una decisione già presa: quella di spargere sangue

Iraq

Verso Baghdad

I commenti della stampa internazionale

Iraq

Mosaico iracheno

A forza d’insistere sulle divisioni si finisce per dimenticare che nel ventesimo secolo si è sviluppata una società civile moderna

Argentina

Il sogno americano

Quanto costa emigrare clandestinamente dal Salvador agli Stati Uniti? Così tanto che forse non ne vale più la pena. Ma restare non è un’alternativa.

pubblicità

Americhe

Operazione contro il narcotraffico a Cuba

Opinioni

Il Giappone assente

Iraq

Danni ambientali

Acque inquinate, terreni inariditi, epidemie. Sono le conseguenze note ma sottovalutate di ogni guerra

Europa

Il passato che ritorna

Opinioni

Il limbo legale in cui si trovano i prigionieri è un insulto alla giustizia

pubblicità

Iraq

Un futuro incerto

La guerra contro l’Iraq indebolirà la comunità internazionale e scatenerà nuovi conflitti in Medio Oriente

Asia e Pacifico

Il padrone dell’acqua

Iraq

Guerra duratura

La prima guerra del Golfo terminò con il ritiro degli iracheni dal Kuwait. Questa volta le truppe americane occuperanno l’Iraq a tempo indeterminato. Per gli Stati Uniti è solo il primo passo verso il controllo dell’area

Opinioni

Il golpe nella Repubblica Centrafricana è dovuto anche al malgoverno

La mappa

Piani di battaglia

Spingere gli iracheni ad arrendersi e lasciare indifeso Saddam. Le previsioni di Time e le mappe del conflitto

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.