Ece Temelkuran

È una giornalista turca che vive in Croazia. In Italia ha pubblicato Come sfasciare un paese in sette mosse (Bollati Boringhieri 2019).

Ece Temelkuran
Una giornata insieme ai barbari

Ma una cosa va detta. Poche persone tra quelle che accusano di razzismo chi si lamenta per gli immigrati rischiano di perdere la casa o il lavoro a causa loro. Giornalisti,... Leggi

Nostalgia per una Turchia che non esiste più

Osman Kavala, imprenditore, attivista per i diritti civili e mio caro amico, è stato condannato all’ergastolo, e altri sette imputati a 18 anni di prigione, senza prove... Leggi

pubblicità
La speranza che arriva dal Cile

Nel 1980, per costringere la Turchia ad abbracciare il libero mercato, fu organizzato un colpo di stato con il sostegno del governo statunitense. Lo stesso anno nel Regno... Leggi

La Turchia di chi va e di chi resta

Quelli che vanno, quelli che restano, quelli che non possono andarsene o che non possono restare: è una questione di sentimenti, ma anche un tema spinoso. Quel video ha riaperto... Leggi

La dignità fatta a pezzi da una serie tv

Secondo alcuni stimati economisti oggi gli indicatori economici non sono molto diversi dal 1930, quando si affermò il nazifascismo. Addirittura alcuni dimostrano che negli... Leggi

pubblicità
L’Europa deve difendere la dignità di tutti

Tra l’ascesa del populismo, la pandemia e la crisi dell’Unione, l’Europa sembra troppo disorientata per preoccuparsi del suo ruolo morale. Ha bisogno di una scossa per ricordarsi che è obbligato a schierarsi dalla parte della dignità umana. Leggi

La follia come atto di resistenza

Di fronte alla dittatura invisibile del virus, a volte fare finta di niente può essere l’unico modo per ribellarsi Leggi

È il momento di pensare al mondo che verrà

Quando tutto questo sarà finito, probabilmente non sarà il momento del ritorno alla normalità. A quanto pare avremo una normalità nuova di zecca. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.