Pankaj Mishra

È uno scrittore e saggista indiano. Collabora con il Guardian e con la New York Review of Books. Il suo ultimo libro è Age of anger: a history of the present

Pankaj Mishra
I non allineati della nuova guerra fredda

Le realtà geopolitiche di oggi sono ancora più complicate di quanto lo fossero nel novecento, e confondono ogni possibile distinzione tra democrazia e autocrazia. Rivolgendosi... Leggi

La sinistra in occidente è debole e smarrita

I progressisti sono troppo disuniti e distratti da conflitti interni per combattere efficacemente questi profeti del declino e mercanti di rigenerazione etnico-razziale. Il... Leggi

pubblicità
La tragedia afgana e il delirio imperialista

Nel 2021 scopriamo che alcune élite occidentali sono ancora inconsapevoli del proprio passato fatto di incapacità di governare e vergognose ritirate. Leggi

La guerra in Afghanistan era persa in partenza

L’intervento statunitense appare oggi, più di tutto, un enorme disastro culturale, un fallimento nel riconoscere una realtà complessa. Un fallimento che ha prodotto tutti gli altri fallimenti. Leggi

Il disastro indiano è colpa di Narendra Modi

I tanti morti nella classe media indiana e la carenza di letti d’ospedale non possono essere negati. Perfino per un illusionista come il premier non sarà facile usarli a suo vantaggio. Leggi

pubblicità
I conti con il passato di Francia e Regno Unito

Gli Stati Uniti hanno avviato una riflessione sul loro passato schiavista, e cominciano a dare il giusto riconoscimento alla loro diversità demografica. Lo stesso non è ancora successo in Europa. Leggi

Quando la violenza coloniale tornò a casa

La supremazia razziale è stata storicamente esercitata attraverso il colonialismo, la schiavitù, la segregazione, la ghettizzazione, le leggi sull’immigrazione razziste, le guerre neoimperaliste e la carcerazione di massa. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.