23 aprile 2014 11:58

Il termine Pigs è stato coniato dagli economisti anglosassoni per indicare i paesi del sud dell’Europa (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna) durante la crisi economica cominciata nel 2008. In un primo tempo la parola aveva un significato dispregiativo, serviva a indicare i paesi più colpiti dalla crisi a causa di inefficienze strutturali.

Gli economisti anglosassoni accusavano i paesi dell’Europa meridionale di essere inadeguati a far parte dell’Unione monetaria e di rallentare la crescita di tutto il continente a causa di alti livelli di debito pubblico, speculazione edilizia e conseguente bolla immobiliare e politiche economiche arretrate. Con il tempo il termine Pigs è entrato a far parte del linguaggio giornalistico, pieno di stereotipi e cliché. Il fotografo Carlos Spottorno ha provato a rappresentare i paesi cosiddetti Pigs a partire dagli stereotipi suscitati dalla parola, in altre parole ha cercato di tradurre in immagini gli articoli della stampa finanziaria.