28 novembre 2014 17:37

Palazzo Ducale, a Genova, ospita una mostra dedicata al fotografo Nickolas Muray (1892-1965). Ungherese di nascita, emigrò negli Stati Uniti nel 1913.

Alcuni anni dopo il suo arrivo a Ellis Island trovò un appartamento nel Greenwich Village e cominciò a lavorare per numerose riviste esponendo le sue immagini in diverse gallerie di New York.

La mostra presenta oltre duecento fotografie in un percorso espositivo che racconta quarant’anni di carriera a partire dagli anni venti, quando ricevette il suo primo incarico dalla rivista Harper’s Bazaar per fotografare l’attrice di Broadway Florence Reed.

Nella sua vita ha scattato oltre diecimila ritratti a personaggi del mondo della cultura e della società internazionale tra cui Greta Garbo, Charlie Chaplin, Joan Crawford, Claude Monet e soprattutto Marilyn Monroe e Frida Kahlo.

Lavorò molto nell’ambiente della pubblicità e della moda per numerose riviste tra cui McCall’s, Vanity Fair e Vogue.

Oltre a essere ricordato come uno dei maggiori ritrattisti del novecento, Muray è stato anche un atleta di scherma di livello internazionale. Fu campione statunitense di sciabola nel 1928 e 1929 e rappresentò il suo paese alle Olimpiadi nel 1928 e nel 1932.

La mostra sarà aperta fino all’8 febbraio 2015.