08 giugno 2015 18:08

Con oltre cento esposizioni, tra quelle nazionali ospitate a Madrid, Lanzarote e Saragozza e quelle internazionali di Lisbona, Londra, Parigi e São Paulo, la diciottesima edizione del festival PHotoEspaña è dedicata alla fotografia latinoamericana.

L’obiettivo è quello di esplorarne la complessità e l’evoluzione, dalle sue origini al presente, attraverso lo sguardo di 395 autori che hanno lavorato in Messico, a Cuba e in Argentina.

Tra le grandi retrospettive del festival una delle protagoniste è la fotografa messicana Lola Álvarez Bravo “una delle madri e delle maestre della fotografia messicana che, con suo marito Manuel Álvarez Bravo, ha introdotto nel paese la fotografia contemporanea”, racconta la direttrice del festival María García Yelo.

Un’altra grande esposizione è dedicata ai ritratti femminili del fotografo cubano Alberto Korda “ossessionato dalla bellezza delle donne” come dichiara la curatrice della mostra Ana Berruguete. Infine ampio spazio è riservato alla fotografa e attivista italiana Tina Modotti con i suoi ritratti personali dell’architettura messicana e della società indigena.

Il festival durerà fino al 30 agosto 2015.