Ussita, in provincia di Macerata, il 27 ottobre 2016. (Raffaele Petralla)

Nei luoghi del terremoto

27 ottobre 2016 13:48

Due scosse di magnitudo 5,4 e 5,9 sono state registrate alle 19.10 e alle 21.18 del 26 ottobre e sono state seguite da uno sciame sismico. L’epicentro del primo terremoto è stato localizzato a Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata.

È stata colpita tutta la Vanerina, tra Marche e Umbria, e in particolare le cittadine di Visso, Ussita, Preci, Camerino e Norcia. Nella zona ci sono stati black out e danni agli edifici.

I geologi hanno ricordato che la sequenza sismica nell’Italia centrale, cominciata con l’evento di magnitudo 6 del 24 agosto alle 3.36, è ancora in pieno svolgimento. Da allora sono stati registrati complessivamente più di 18mila eventi sismici, in un’area che si estende per oltre 60 chilometri.

Un uomo di 73 anni è morto d’infarto a Tolentino, in seguito alla seconda scossa. I feriti sono numerosi, ma non sono gravi. Gli sfollati sono tra i duemila e i tremila.

Le foto sono state scattate da Raffaele Petralla, Antonio Faccilongo e Matteo Bastianelli il 26 e il 27 ottobre 2016.

pubblicità