Rising from the ashes, 2007. (Peikwen Cheng)

Paesaggi umani

16 marzo 2017 18:21

La galleria In focus di Colonia ospita la mostra City landscape, dove sono esposti i lavori dei fotografi Susan Dobson, Elliott Erwitt, Thomas Hoepker, Ellen Bornkessel e Peikwen Cheng.

I paesaggi antropizzati, alterati dall’uomo, sono il filo portante della mostra. City landscape decide quindi di trattare, attraverso gli scatti di grandi fotografi, un tema centrale nella fotografia. Già nel 1975 la mostra New topographics: photographs of a man-altered landscape aveva segnato un punto di svolta nella rappresentazione del paesaggio: i fotografi all’epoca ne preferivano una più disincantata, oggettiva e critica che riflettesse sui cambiamenti portati dalla modernità. L’esposizione di Colonia si inserisce in questa scia andando ancor più in profondità fino a indagare le profonde relazioni tra l’uomo contemporaneo e i paesaggi urbani, con tutte le loro contraddizioni e peculiarità.

I livelli di indagine sono diversi. Peikwen Cheng si sofferma sul continuo cambiamento dei paesaggi urbani. La città, negli scatti di Ellen Bornkessel, diventa l’habitat naturale dell’uomo che ne conquista tutti gli spazi, ma anche un luogo di vuoto e solitudine. Le foto di Elliott Erwitt e Thomas Hoepker immortalano donne che prendono il sole sui cofani delle automobili o sul tetto di un grattacielo, sottolineando così la capacità di adattamento dell’essere umano. La luce della Luna di Susan Dobson è in forte contrasto con la luce dei lampioni che illuminano un parcheggio deserto, un paesaggio molto lontano dal classico e romantico chiaro luna.

City landscape rimarrà aperta fino al 7 aprile.

pubblicità