I quartieri di Garbatella, del Quadraro, di San Basilio, del Quarticciolo e del Tufello sono stati progettati agli inizi del novecento come aree di edilizia popolare. (Gabriele Lungarella)

Alla scoperta dei confini di Roma

20 settembre 2017 17:47

LìMINE. Guida ai limiti di una città è un progetto collettivo, curato da Massimo Siragusa, che ha chiesto a sette fotografi di lavorare sul concetto di limite. Ognuno di loro lo ha interpretato in modo mutevole, scegliendo come punto di partenza Roma e il suo territorio.

“Un’insolita e parziale guida di Roma, che ci offre una chiave di lettura dello spazio che ci circonda dandoci codici di comprensione e un metodo per decifrarlo”, spiega Siragusa. I sette fotografi, Daniele Cametti Aspri, Paolo Fusco, Vincenzo Labellarte, Gabriele Lungarella, Michele Miele, Mauro Quirini e Michele Vittori, hanno indagato varie zone di Roma, dalle cinte murarie alle piccole frazioni, dalle spiagge ai quartieri popolari fino al Monte Terminillo.

Il progetto è diventato un libro, LìMINE. Guida ai limiti di una città, curato da Irene Alison, con una postfazione di Francesco Pacifico.

pubblicità