Galleria degli Uffizi, Firenze, 2014. (Mauro Fiorese, Per gentile concessione di Boxart, Verona)

Le stanze del tesoro

15 maggio 2019 14:29

Dal 2014 al 2016 Mauro Fiorese (Verona, 1970-2016) ha ritratto i depositi dei maggiori musei italiani, dagli Uffizi di Firenze alla galleria Borghese di Roma, passando per il museo archeologico nazionale di Napoli.

Le sue foto sono al centro di una mostra al palazzo della Ragione a Verona fino al 22 settembre 2019, dove i visitatori possono vedere anche il dietro le quinte del progetto, attraverso immagini e video che documentano i tre anni di lavoro del fotografo.

“Quelle di Fiorese sono immagini che richiamano la pittura ‘alta’, grazie alle scelte compositive, alle pennellate di luce, ma soprattutto alla stampa su carta cotone, racchiusa in vetri museali e cornici lignee con targhetta ottonata, che diventano parte integrante dell’opera”, spiegano le curatrici Beatrice Benedetti e Patrizia Nuzzo.

Secondo una ricerca dell’istituto Bruno Leoni, nei musei più grandi del mondo si riesce a esporre solo una minima parte del materiale conservata nei depositi. Per esempio l’Hermitage di San Pietroburgo ne espone il sette per cento, l’otto il Guggenheim di New York, il nove il Prado di Madrid e il dieci il British museum di Londra. In Italia la situazione è simile. L’unica eccezione è il Louvre, a Parigi, che espone il sessanta per cento delle opere che ha nei suoi depositi.

La mostra a Verona è accompagnata da un catalogo.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.