Lo zoo di Berlino, 2019. (Tommaso Bonaventura)

I cento marchi della memoria

30 ottobre 2019 16:00

Per i trent’anni dalla caduta del muro di Berlino il fotografo Tommaso Bonaventura e la curatrice Elisa Del Prete hanno realizzato il progetto 100 marchi - Berlino 2019.

I cento marchi del titolo si riferiscono al Begrüssungsgeld, la somma di benvenuto che dal 1970 al dicembre 1989 veniva data ai cittadini della Repubblica Democratica Tedesca (indicata in tedesco con la sigla Ddr) che arrivavano nella Germania Ovest.

Tra il 2018 e il 2019, Bonaventura ha intervistato alcuni di loro, di generazioni differenti, per capire come avevano speso quei soldi. “È stato come un viaggio nella memoria di queste persone, che hanno vissuto un cambiamento radicale, da un punto di vista lavorativo, sociale, economico e politico”, spiega Bonaventura. “Il 9 novembre 1989 non cadde soltanto il muro di Berlino ma cambiò un intero paese. La Ddr fu rimossa dall’immaginario e dalla memoria. Quasi 17 milioni di persone si trovarono improvvisamente immerse in un nuovo stile di vita”.

Il lavoro di Bonaventura è esposto negli spazi di Camera a Torino fino al 6 gennaio 2020; alle Gallerie della Fondazione Museo storico del Trentino a Trento dal 9 novembre 2019 al 26 gennaio 2020, e a San Vito al Tagliamento nella chiesa di San Lorenzo dal 18 gennaio 2020 al 22 marzo 2020.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.