06 marzo 2021 12:13

Nel 1994 il fotografo Joseph Rodríguez e il giornalista Richard Rayner furono chiamati dal New York Times Magazine a documentare le operazioni della polizia di Los Angeles. All’epoca a capo del dipartimento c’era Willie Williams, il primo afroamericano a ricoprire quell’incarico. Williams era stato assunto per cambiare l’immagine pubblica della polizia due anni dopo che quattro agenti bianchi picchiarono Rodney King, un nero di 26 anni fermato per eccesso di velocità.

Per mesi, Rodríguez e Rayner hanno avuto un accesso senza precedenti alle operazioni condotte dagli agenti delle stazioni di Venice, 77th Street e Rampart, alcuni dei quartieri più poveri della città e con un alto tasso di criminalità. Rayner racconta che ebbero a che fare con agenti di tutti i tipi: “Alcuni che si divertivano a posare, altri che non sopportavano di essere fotografati; alcuni che sembravano rispettare seriamente il giuramento che avevano fatto, altri che avevano atteggiamenti inadeguati”, dice.

Guardando le foto di Rodríguez oggi, si dice colpito dal vedere quanto poco sia cambiata la situazione. “Gli Stati Uniti stanno ancora affrontando la questione su quale dovrebbe essere il ruolo della polizia nella nostra società. Nelle immagini di Rodriguez c’è la tensione dei poliziotti durante le giornate più dure; lo sguardo che assumevano quando cercavano di rimanere distanti da quello che vedevano. Ma in altre vedo anche il disprezzo che alcuni di loro mostravano contro le persone che avrebbero dovuto aiutare”.

Le foto di Rodriguez sono state raccolte nel libro Lapd 1994 (The artist edition 2020) e fanno parte di una mostra online (con testi e didascalie in inglese e in spagnolo) realizzata dal Bronx documentary center e curata da Michael Kamber e Cynthia Rivera, che sarà visibile fino al 26 marzo 2021.

Da sapere
Lo scandalo Rampart

Nel 1997 più di settanta agenti del reparto Crash (istituito negli settanta a Los Angeles per combattere la criminalità delle bande di strada) della stazione di polizia Rampart (una di quelle in cui avevano lavorato Rodriguez e Rayner) finirono al centro di uno dei più grandi scandali nella storia della polizia degli Stati Uniti. Tra i reati per cui furono condannati gli agenti c’erano rapina in banca, fabbricazione di prove false per incastrare i sospetti, furto di droghe e altro.


Internazionale ha una newsletter settimanale che racconta cosa succede negli Stati Uniti. Ci si iscrive qui.