La BlackRock, il più grande fondo di gestione patrimoniale del mondo, ha perso circa 17 miliardi di dollari a causa della guerra in Ucraina. L’azienda, scrive il Financial Times, ha fatto sapere che alla fine di gennaio gestiva circa 18,2 miliardi di dollari in attività russe, che hanno perso valore in seguito alle sanzioni occidentali perché sono diventate in gran parte “invendibili”. Il caso della BlackRock, osserva il quotidiano, dimostra il danno che l’aggressione russa ha provocato al sistema finanziario globale. Altri grandi fondi hanno subìto pesanti perdite. Per esempio la Pimco, che detiene titoli di stato russi per 1,5 miliardi di dollari e garanzie su un’eventuale insolvenza del Cremlino per 1,1 miliardi.

Questo articolo è uscito sul numero 1452 di Internazionale, a pagina 100. Compra questo numero | Abbonati