Joos Mind, Getty Images

Il 22 giugno la Commissione europea ha presentato la sua proposta di regolamento sui pesticidi chimici, che prevede di ridurne l’uso del 50 per cento entro il 2030. Diversi stati europei si erano espressi contro l’introduzione di obiettivi vincolanti, sostenendo che avrebbero ridotto la produzione agricola in un momento in cui la guerra in Ucraina mette a rischio la sicurezza alimentare del continente. Il vicepresidente della Commissione Frans Timmermans ha però spiegato a EUobserver che le conseguenze ambientali dell’abuso di pesticidi rischiano di provocare una crisi alimentare ancora più grave.

Questo articolo è uscito sul numero 1466 di Internazionale, a pagina 22. Compra questo numero | Abbonati