Ty Wright, Bloomberg/Getty

In Ghana la crisi economica fa traballare il governo. Il 18 novembre il ministro delle finanze Ken Ofori-Atta ha dovuto rispondere del suo operato in parlamento, scrive il Business & Financial Times. Quest’anno la valuta locale, il cedi, ha perso il 50 per cento del valore rispetto al dollaro, l’inflazione ha raggiunto il 40 per cento e si calcola che lo stato dovrà spendere il 47 per cento delle entrate per ripagare i debiti. Il governo sta negoziando con il Fondo monetario internazionale un ulteriore prestito da tre miliardi di dollari.

Questo articolo è uscito sul numero 1488 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati