L’Algeria è “pronta alla vittoria” del Campionato delle nazioni africane, il torneo biennale di calcio maschile che ospita fino al 31 gennaio, titola il quotidiano Al Shaab. La crisi diplomatica tra Algeri e Rabat ha portato infatti all’esclusione del Marocco, campione in carica. Al centro della disputa c’è il Sahara Occidentale: per Rabat è una regione marocchina autonoma, mentre per Algeri è la patria del popolo sahrawi. Le tensioni si sono aggravate nel 2021 e hanno portato alla chiusura dello spazio aereo tra i due paesi. Quando la squadra marocchina ha chiesto l’autorizzazione a prendere un volo diretto per recarsi al torneo le autorità algerine non l’hanno concessa e Rabat ha dato forfait. Il 13 gennaio, alla cerimonia d’apertura, Mandla Mandela, nipote dell’ex leader sudafricano, ha lanciato un appello a “non dimenticare l’ultima colonia d’Africa”, contribuendo a scaldare gli animi. ◆

Questo articolo è uscito sul numero 1495 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati