YouTube ha un problema con lo spam. Da mesi gli autori più influenti denunciano il proliferare di commenti inappropriati, truffe, account che cercano in vari modi di ingannare chi guarda i loro video. La piattaforma lo sa, ovviamente, e cerca di correre ai ripari: “Continueremo ad adattare i nostri sistemi per rimanere aggiornati”, ha detto una portavoce al sito The Verge, sottolineando che solo nel quarto trimestre del 2021 l’azienda ha rimosso in modo automatico più di 950 milioni di commenti. L’ultimo esperimento di YouTube è la funzione increase strictness, che qualsiasi creator può attivare per bloccare contenuti sospetti, di modo che siano controllati prima della pubblicazione.
Gaia Berruto

Questo articolo è uscito sul numero 1458 di Internazionale, a pagina 96. Compra questo numero | Abbonati