Tom Whitwell, giornalista britannico, racconta ogni anno le 52 cose che ha imparato nei dodici mesi precedenti. Eccone alcune del 2021.

  • Ogni giorno un milione di persone carica delle foto di fondi del caffè nell’applicazione turca Faladdin e riceve una lettura personalizzata in 15 minuti.
  • Il 10 per cento dell’elettricità statunitense è generato usando vecchie testate nucleari russe.
  • Brevi sonnellini pomeridiani in ufficio portano a significativi aumenti di produttività, benessere psicologico e cognitivo. Al contrario, 30 minuti extra di sonno notturno non mostrano miglioramenti simili.
  • La maggior parte dei ransomware (i virus informatici che bloccano l’accesso ai file degli utenti e chiedono il pagamento di un riscatto) è progettata per non installarsi sui computer che hanno tastiere in lingua russa o ucraina.
  • I guadagni relativi delle donne aumentano del 4 per cento quando il loro capo diventa padre di una figlia.
  • Negli anni trenta la gente non guardava i film dall’inizio alla fine: “Passeggiavi per strada ed entravi in sala a qualsiasi ora del giorno o della notte. Come se andassi a bere qualcosa in un bar”, ha raccontato Orson Welles.
  • Fino al 1873 le ore giapponesi variavano in base alla stagione. C’erano sei ore tra l’alba e il tramonto, quindi in estate un’ora di luce era più lunga di un terzo rispetto a un’ora in inverno.
  • I laboratori usati per produrre i semiconduttori devono essere mille volte più puliti di una sala operatoria, perché un singolo transistor è ora molto più piccolo di un virus.
  • Ogni secondo nascono 200 volte più computer che esseri umani.
  • L’alfabeto khmer ha 74 caratteri, il che lo rende complicato da digitare sul telefono. Potrebbe essere il motivo per cui metà del traffico vocale di Facebook messenger proviene dalla Cambogia.
  • La Cina apre una gigantesca fabbrica di batterie per auto elettriche ogni settimana, gli Stati Uniti una ogni quattro mesi.
  • A Los Angeles si può noleggiare per 64 dollari all’ora un set fotografico che sembra l’interno di un jet privato e usarlo come sfondo per far finta di essere ricchi su Instagram. ◆

Questo articolo è uscito sul numero 1442 di Internazionale, a pagina 7. Compra questo numero | Abbonati