03 febbraio 2015 11:44

La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ha stabilito che la Serbia non commise genocidio nei confronti dei croati durante la guerra nell’ex Jugoslavia tra il 1991 e il 1995.

Il governo croato aveva chiesto un risarcimento sulla base del fatto che le autorità di Belgrado erano responsabili della pulizia etnica commessa contro i croati, in particolare nella città di Vukovar, assediata dai serbi per tre mesi nel 1991. Reuters, Bbc