A Vanuatu il governo dichiara l’emergenza umanitaria

Il ciclone tropicale Pam ha colpito l’arcipelago di Vanuatu, nel Pacifico meridionale, distruggendo interi villaggi. Almeno sei persone sono morte, ma le vittime potrebbero essere decine

Stato di emergenza a Vanuatu dopo il passaggio del ciclone Pam

15 marzo 2015 10:49
Il governo di Vanuatu, arcipelago a 1.750 chilometri a est dell’Australia, ha dichiarato lo stato di emergenza dopo il passaggio del ciclone Pam. L’ufficio nazionale delle catastrofi ha confermato la morte di sei persone, anche se altre 44 potrebbero essere rimaste vittime nelle isole del nordest, secondo le organizzazioni umanitarie. I venti hanno distrutto il 90 per cento delle abitazioni di Port Vila (dove vivono 47mila dei 267mila abitanti del Paese), ospedali e scuole. (World Vision, Ap/Ansa)
Dopo il passaggio del ciclone con raffiche di vento a 270 chilometri all’ora gli abitanti di una delle isole di Vanuatu valutano i danni. (Luo Xiangfeng, Ap/Ansa)
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Introversi university
Pier Andrea Canei
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.