Arresti in Burundi dopo il tentato colpo di stato

Alcuni capi del fronte golpista sono stati arrestati. Non è chiaro se tra loro ci sia anche il generale Godefroid Nyombare, che aveva ha annunciato la destituzione del presidente Pierre Nkurunziza dopo giorni di violente proteste. Nkurunziza sarebbe rientrato in Burundi dalla Tanzania, ma al momento non si sa dove si trovi

L’esercito annuncia un colpo di stato in Burundi

13 maggio 2015 14:48
Un manifestante raccoglie vecchi copertoni per costruire delle barricate durante le proteste contro il presidente del Burundi Pierre Nkurunziza, nella capitale Bujumbura. (Goran Tomasevic, Reuters/Contrasto)

Un generale dell’esercito del Burundi ha annunciato la destituzione del presidente Pierre Nkurunziza e ha aggiunto che i militari hanno preso il potere nel paese. Non è ancora chiaro se il generale, Godefroid Nyombare, abbia il sostegno di tutte le forze armate del Burundi. Godefroid Nyombare in passato è stato il capo dei servizi segreti burundesi e a febbraio il presidente l’aveva rimosso dal suo incarico.

Il presidente Pierre Nkurunziza si trova in Tanzania per un vertice e ha dichiarato su Twitter che il colpo di stato è fallito e che la situazione è “sotto controllo”.

Alcuni soldati e diversi civili hanno circondato la sede della televisione di stato. Un testimone, intervistato dalla Reuters, ha dichiarato che i manifestanti che si trovavano in strada, dopo aver saputo la notizia del colpo di stato, hanno cominciato a festeggiare.

Nei giorni scorsi centinania di persone sono scese in piazza nella capitale Bujumbura per protestare contro la candidatura per il terzo mandato consecutivo del presidente alle elezioni del prossimo 26 giugno.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La Colombia sceglie una politica coraggiosa con i migranti
Dylan Baddour
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.