Ucciso un oppositore in Cambogia

10 luglio 2016 15:50
Una folla di persone si è accalcata davanti al minimarket di Phnom Penh, capitale della Cambogia, dove stamattina è stato ucciso con due colpi di pistola Kem Ley, un analista politico di 46 anni molto critico con il governo. Nel paese è cresciuta la tensione tra il primo ministro Hun Sen e l’opposizione, che spera di prendere il potere nelle elezioni del prossimo anno. (Tang Chhin Sothy, Afp)
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Sicurezza a tutti i costi
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.