17 settembre 2020 12:06

Unione europea
Il 16 settembre la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato, nel suo primo discorso sullo stato dell’unione davanti al parlamento europeo, un obiettivo più ambizioso di taglio delle emissioni di gas serra entro il 2030, portandolo dal 40 al 55 per cento rispetto ai livelli del 1990. È un passo importante per raggiungere nel 2050 la neutralità climatica, cioè l’equilibrio tra le emissioni di gas serra e il loro assorbimento.

Venezuela
Il 16 settembre Marta Valinas, a capo di un gruppo di investigatori delle Nazioni Unite, ha presentato un rapporto in cui si afferma che il presidente venezuelano Nicolás Maduro e alcuni ministri potrebbero aver commesso dei crimini contro l’umanità nel paese. Il ministro degli esteri Jorge Arreaza ha denunciato “un rapporto pieno di falsità elaborato a distanza, senza alcun rigore metodologico”.

Sudan
Le forze di sicurezza sudanesi hanno annunciato il 16 settembre l’arresto di 41 persone trovate in possesso di una quantità di esplosivi “sufficiente per far saltare in aria l’intera Khartoum”, senza fornire ulteriori chiarimenti. Il 3 ottobre è prevista a Juba, nel Sud Sudan, la firma di un accordo di pace tra il governo sudanese e il Fronte rivoluzionario di liberazione, un’alleanza composta da cinque gruppi ribelli e quattro movimenti politici.

Uganda
Il 16 settembre più di duecento detenuti sono evasi da una prigione a Moroto, nel nordest del paese. Durante la fuga i detenuti si sarebbero impadroniti di alcune armi e avrebbero ucciso un soldato. L’esercito, che sta conducendo una grande operazione alle pendici del monte Moroto, ha fatto sapere che finora due fuggitivi sono stati catturati e altri due uccisi.

Colombia
Alcuni manifestanti indigeni hanno abbattuto il 16 settembre a Popayán, nel sudovest del paese, una statua equestre dell’esploratore e “conquistador” spagnolo Sebastián de Belalcázar. I leader della comunità misak sostengono che de Belalcázar, fondatore della città nel 1537, rappresenti cinque secoli di genocidio e schiavitù.

Barbados
Il 16 settembre Sandra Mason, governatrice generale dello stato insulare nelle Piccole Antille, ha annunciato che entro novembre del 2021 il paese si affrancherà dalla corona britannica e diventerà una repubblica. “È arrivato il momento di dire addio al nostro passato coloniale”, ha affermato Mason.

Cicloni
Il 16 settembre l’uragano Sally, con venti fino a 155 chilometri all’ora, ha raggiunto l’Alabama e la Florida, nel sudest degli Stati Uniti, causando alluvioni catastrofiche e blackout elettrici. Migliaia di persone sono state costrette a lasciare le loro case. Una vittima è stata segnalata a Orange Beach, nell’Alabama.