Solitudine post-parto

04 novembre 2016 15:04

Nonostante tutte le cose belle e il grande amore che provo, non mi sono mai sentita sola come in questi tre mesi da quando sono diventata mamma, e davvero non me l’aspettavo. –Lulù

Ai neogenitori piace lamentarsi sempre per un certo numero di motivi: non dormo più la notte, non ho tempo di andare in bagno, sono ingrassata sette chili; e quasi mai per altri, come per esempio il profondo senso di solitudine che si prova a passare mesi interi da sola insieme a una piccola creatura. Di quello, hai ragione, non ti avverte mai nessuno. La buona notizia è che di norma dura solo qualche mese, perché poi ritrovi una nuova vita sociale che, grazie ai figli, diventa perfino più ricca di prima. Ma per non correre rischi, ti consiglio di informarti sulla depressione post­-parto.

Non essendo un medico, ti riporto ciò che ha dichiarato a Vanity Fair la cantante Adele, che non è un medico neanche lei ma è molto più cool di me e soprattutto ha passato un periodo difficile dopo la nascita del figlio: “La depressione post-parto, per quanto ne so, è quando non vuoi stare con il tuo bambino; quando temi di fargli del male; quando pensi che non sai fare la mamma. Mi sentivo davvero incapace, ho pensato che fare un figlio fosse stata una decisione sbagliata”. Adele ha cercato aiuto psicologico, che è quello che dovresti fare anche tu se nelle prossime settimane sentirai che le cose non migliorano. E se poi lei è partita per una tournée mondiale con il figlio al seguito, sono certo che sarai pronta per grandi cose anche tu.

Questa rubrica è stata pubblicata il 4 novembre 2016 a pagina 12 di Internazionale. Compra questo numero| Abbonati

pubblicità

Articolo successivo

Cosimo Gomez racconta una scena di Brutti e cattivi