20 dicembre 2015 12:54

I ghiacciai della Groenlandia si stanno riducendo sempre più velocemente. Il ritmo di scioglimento tra il 2003 e il 2010 è oltre il doppio di quello registrato nel novecento. Questo tipo di studi ha larghi margini di incertezza, perché è difficile trovare i dati storici sull’altezza dei ghiacciai in questa parte del mondo.

Kristian Kjeldsen e colleghi, autori di uno studio pubblicato su Nature, hanno usato fotografie aeree, osservazioni con sensori, e tracce di tipo geologico, come i segni lasciati sulle montagne dal ghiaccio in ritirata. In questo modo è stata ricostruita la dinamica della copertura ghiacciata a partire dall’anno 1900.

Nel periodo 1900-1983 si è avuto un assottigliamento, concentrato nella regione nordoccidentale dell’isola e lungo la costa sudorientale e così pure nel periodo 1983-2003. Nel periodo 2003-2010 il fenomeno ha coinvolto anche la parte nordorientale. In altre aree la copertura non ha quasi subito modifiche.

È importante riuscire a valutare con precisione lo scioglimento dei ghiacciai in Groenlandia perché è un fattore che influenza globalmente l’aumento del livello del mare. Secondo le stime degli autori, nel novecento avrebbe fatto aumentare di almeno 25 millimetri il livello degli oceani.