Sommario

25 settembre/1 ottobre 2015 • Numero 1121

La fine del capitalismo è cominciata

La tecnologia digitale ha introdotto nuovi modi di lavorare e consumare. Tempo libero, attività in rete e gratuità saranno la moneta di scambio del futuro

25 settembre/1 ottobre 2015 • Numero 1121

La settimana

Funziona

Che sia una lettera d’amore o il commento alla frase scritta da un amico, online non dovremmo fare cose che non faremmo nel mondo reale. 

In copertina

L’era del postcapitalismo

La tecnologia ha introdotto modi di lavorare e consumare che mettono in discussione il sistema economico basato sulla legge della domanda e dell’offerta. Tempo libero, attività in rete e gratuità saranno la moneta di scambio del futuro

pubblicità

Grecia

La seconda volta di Tsipras

A otto mesi dal voto di gennaio, i greci hanno confermato il leader di Syriza alla guida del paese. Ma questa volta gli obiettivi e le promesse della sinistra sono diversi

Visti dagli altri

La moneta locale che aiuta la Sardegna

Il sardex è nato nel 2010 e si sta diffondendo sull’isola per fronteggiare la crisi di liquidità delle aziende. Nel 2a014 è stato usato in transazioni per un valore totale equivalente a 30 milioni di euro

Yemen

Il paese più conteso

Un anno fa i ribelli houthi hanno preso il controllo della capitale Sanaa. Da allora i raid della coalizione saudita, l’avanzata di Al Qaeda e del gruppo Stato islamico hanno portato lo Yemen sull’orlo del baratro

pubblicità

Brasile

Le promesse mancate del petrolio brasiliano

La scoperta di giacimenti di greggio al largo di Rio de Janeiro nel 2006 non ha portato la ricchezza sperata, anche a causa della corruzione

Scienza

Il potere dei colori

La nostra capacità di distinguere fino a un milione di colori è frutto di un tortuoso processo evolutivo. Che ci ha permesso di adattarci al mondo e di diventare più intelligenti

Portfolio

Lo svago assente

Il fotografo Stefano Cerio è andato in Cina per documentare i luoghi del divertimento di massa quando non sono accessibili al pubblico 

Ritratti

Fernando Funes Monzote. Rivoluzione verde

Ha lasciato la carriera accademica per fondare la prima azienda biologica di Cuba. Con la fine dell’embargo spera che i suoi metodi possano offrire un’alternativa all’agricoltura industriale

Viaggi

Madrid si accende

Nel cuore della capitale spagnola, facendo di tutto per evitare la confusione della Gran vía. Tra locali jazz, arte e ottimi posti dove bere e mangiare

pubblicità

Graphic journalism

Cartolina da Oranienplatz

Di Stefano Minzi (Sminz)

Pop

La scoperta del mascara azzurro

Di Chimamanda Ngozi Adichie

Europa

A Barcellona si decide il futuro della Spagna

Il 27 settembre si elegge il parlamento regionale catalano. Ma gli indipendentisti hanno trasformato il voto in un referendum sulla secessione. Qualunque sarà il risultato, un cambiamento è necessario

Africa e Medio Oriente

Il Burkina Faso resiste  al colpo di stato

Il golpe della guardia presidenziale, legata al regime di Blaise Compaoré, ha provocato la reazione non solo dei burkinabé, ma anche delle istituzioni africane

Asia e Pacifico

Tokyo volta pagina con la nuova legge sulla difesa

La camera alta ha approvato un pacchetto di norme sulla difesa che segnano un allontanamento significativo del Giappone dalla posizione pacifista assunta dopo la seconda guerra mondiale

pubblicità

Americhe

Le tendenze autoritarie di Rafael Correa

Il presidente ecuadoriano vuole modificare la costituzione per restare al potere. Ed è criticato anche dai suoi elettori

Cultura

La saga dell’oppio

Amitav Ghosh conclude la sua trilogia dell’Ibis. E ripercorre la storia di una lunga guerra tra India e Cina

Scienza e tecnologia

Il latte più estremo

La foca dal cappuccio allatta per pochi giorni, il rinoceronte nero lo fa per due anni. Il loro latte è molto diverso, perché ogni specie produce quello più adatto ai suoi piccoli

Scienza e tecnologia

Il futuro della pubblicità su internet

Le app e gli altri strumenti per nascondere i banner su internet rendono i siti più veloci e puliti. Ma incoraggiano una nuova forma di pubblicità impossibile da eliminare

Economia e lavoro

Tutti gli errori della Volkswagen

La truffa dei gas di scarico negli Stati Uniti ha cancellato il successo costruito dal gruppo tedesco in tanti anni. E potrebbe avere conseguenze su tutto il settore automobilistico

pubblicità

Editoriali

Volkswagen, un colpo all’Europa

Le Monde, Francia

Editoriali

Nessuna soluzione per i profughi

Público, Portogallo

Opinioni

Genitori a catena

Ancora alla scuola materna e già siamo a quota due chat e una mailing list di classe. Non ce la posso fare

Opinioni

Un’ipotesi malevola

È il momento di scrivere “allertameteo” così, senza spaziatura, come “maltempo”. Il vocabolo è ormai d’uso comune, prossimo a finire nei vocabolari dopo “allerta” e “allertamento”

Opinioni

La creazione degli angeli

Un giovane, calvo e con la barba, stava in piedi accanto ai negozi sbarrati e guardava i tre poliziotti che bloccavano l’ingresso della strada. Io sono riuscita a passare, ignorando i loro avvertimenti in inglese

Opinioni

Perché Corbyn ha convinto i giovani

Non sorprende che le nuove generazioni cerchino un’alternativa.
Dopo la distanza dei tecnocrati, hanno sperimentato anche la vacuità
di una democrazia simulata

Opinioni

Il nuovo capitalismo somiglia a quello di ieri

I pilastri della socialdemocrazia si stanno sgretolando sotto l’attacco del neoliberismo e della Silicon valley, che sfrutta le sue contraddizioni, ambiguità e debolezze retoriche

Opinioni

Una storia per non crollare

Senza narcisismi e compiacimenti, senza effetti speciali e ricatti, Stefano Dionisi ci porta con asciutta semplicità attraverso il suo percorso nel disagio psichico

Opinioni

Gli animali sociali

Nella Politica Aristotele definisce l’uomo un animale per natura sociale (o “politico” o “civile” o “compagnevole”, a seconda delle traduzioni). 

Opinione

Indie-esponenti

Any Other, Africa Unite, Laurex Pallas

Opinioni

Non solo dettato

Le Monde del 18 settembre ha aperto con un titolo a tutta pagina: “Le retour de la dictée quotidienne à l’école”. Il giornale ha annunciato così un’intervista con cui la ministra dell’istruzione Najat Vallaud-Belkacem ha presentato i nuovi programmi della scuola di base