Sommario

La lezione del Bronx

Storia di un giovane preside che ha trasformato la scuola media di un quartiere difficile in un luogo stimolante e formativo. Con un commento di Tullio De Mauro.

895 (29 aprile / 5 maggio 2011)
895 (29 aprile / 5 maggio 2011)

Volpi

“Da questo stato d’animo sorse, improvvisa, la collera. Il capitano sentì l’angustia in cui la legge lo costringeva a muoversi; come i suoi sottufficiali vagheggiò un eccezionale potere, una eccezionale libertà di azione: e sempre questo vagheggiamento aveva condannato nei suoi marescialli. Una eccezionale sospensione delle garanzie costituzionali, in Sicilia e per qualche mese: e il male sarebbe stato estirpato per sempre. Ma gli vennero nella memoria le repressioni di Mori, il fascismo: e ritrovò la misura delle proprie idee, dei propri sentimenti. (…) Qui bisognerebbe sorprendere la gente nel covo dell’inadempienza fiscale, come in America. Ma non soltanto le persone come Mariano Arena; e non soltanto qui in Sicilia. Bisognerebbe, di colpo, piombare sulle banche; mettere le mani esperte nelle contabilità, generalmente a doppio fondo, delle grandi e delle piccole aziende; revisionare i catasti. E tutte quelle volpi, vecchie e nuove, che stanno a sprecare il loro fiuto, sarebbe meglio se si mettessero ad annusare intorno alle ville, le automobili fuoriserie, le mogli, le amanti di certi funzionari e confrontare quei segni di ricchezza agli stipendi, e tirarne il giusto senso”.

Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta, Einaudi 1961. Leggi

In copertina

La lezione del Bronx

Un giovane preside al suo primo incarico ha trasformato una scuola media di un quartiere difficile di New York in un luogo stimolante e formativo per centinaia di ragazzini. Con molta buona volontà e senza soldi privati.

In copertina

In classe e nel quartiere

Grazie all’autonomia, le scuole di New York possono usare al meglio le loro risorse. E accogliere tutti. Un intervento di Tullio De Mauro.

Attualità

Dietro le quinte di Guantanamo

Wikileaks ha reso pubblici 759 documenti segreti dell’esercito statunitense sul carcere di Guantanamo. Spiegano chi sono i prigionieri della base militare e perché la loro detenzione spesso è ingiusta e inutile.

Siria

Assad schiera l’esercito contro i siriani

Il regime di Damasco ha mandato i militari nelle città, senza preoccuparsi delle critiche provenienti dall’estero.

Visti dagli altri

A Mentone è tutto tranquillo

Nella città francese alla frontiera con l’Italia arrivano pochi migranti. Ma il governo di Parigi è accusato di usare l’immigrazione per fare propaganda elettorale.

Egitto

Sorelle d’Egitto

I Fratelli musulmani sono la più importante forza politica rimasta in piedi dopo la caduta di Mubarak. Un’organizzazione formata per metà da donne.

Cuba

Cuba e Stati Uniti parlano svizzero

Nel 1961 Washington e L’Avana hanno interrotto i rapporti diplomatici. Garantire il dialogo tra i due paesi in tutti questi anni è stata una missione di grande importanza strategica. Affidata a un piccolo paese europeo: la Svizzera.

Scienza

Ginnastica mentale

Cosa c’è di scientifico nelle tecniche per aumentare l’intelligenza?

Portfolio

Fotografi di guerra

Hanno seguito i conflitti in ogni angolo del pianeta. La settimana scorsa sono stati uccisi a Misurata, in Libia. Un ricordo di Tim Hetherington e Chris Hondros.

Ritratti

Kenneth Feinberg. Il prezzo giusto

Gestisce i fondi per i risarcimenti alle vittime del disastro nel golfo del Messico. Deve riuscire a mettere d’accordo i cittadini e la Bp.

Viaggi

Camminate ad alta quota

Trekking tra le montagne del Kashmir indiano. Notti in tenda, percorsi tra le pinete e una giornata rilassante sul lago Dal.

Graphic journalism

Cartoline da Hong Kong

Di Yeung Hok Tak

Pop

L’isolamento volontario degli scrittori serbi

La sede del Partito comunista, dopo essere stata distrutta dai bombardamenti nel 1999, è diventata il più grande centro commerciale della Serbia. “Questa è la transizione in poche parole”, scrive Jörg Plath.

Pop

Una donna, il sesso e Hollywood

Elizabeth Taylor è stata il simbolo dell’America postbellica che sognava di avere di più: più piacere, più libertà, più spazio, scrive JoAnn Wypijewski.

Africa e Medio Oriente

L’ombra della guerra civile sull’elezione di Jonathan

Europa

La Gran Bretagna al voto sulla legge elettorale

Americhe

I pretoriani di Hugo Chávez

Asia e Pacifico

Il dialogo di Obama con i taliban

Cultura

Storie di fantasmi

Scienza

Le strategie del gigante della carta

Tecnologia

Manuale di economia per i giornali

Il mondo dell’informazione sta cambiando radicalmente, ma molti ancora non se ne rendono conto. Jeff Jarvis cerca di fare il punto della situazione.

Economia e lavoro

Il segreto del successo di Ikea

Editoriali

Due leader contro l’Europa

Editoriali

Viva gli sposi, abbasso il re

Suheil torna a Gaza

Perché un giovane laureato palestinese sceglie di lasciare Ramallah e tornare nella Striscia. Leggi

La villa e il paese

L’Istituto della casa ha emesso dei decreti che hanno reso un calvario burocratico perfino fare un trasloco. Leggi

Il momento della Siria sta per arrivare

In Siria il sistema o si riafferma compatto e mantiene il controllo o cambia da cima a fondo. Ma se cambia il regime a Damasco, gli effetti si potrebbero sentire in tutta la regione. E non solo. Leggi

Opinioni

La missione dell’America vista dall’India

Oltre il genere

Ricardo Piglia, Bersaglio notturno Leggi

Opinioni

L’arte è il nostro petrolio?

EuroPorn

Piccola Orchestra Karasciò, Manziluna, Immanuel Casto Leggi

Opinioni

Vista dall’alto

Teste vuote

Ricreare le condizioni in cui si apprezzi un testo nel suo valore concentrandosi nel capirlo: è un buon compito per la scuola. Leggi

Insonnia da cioccolato

Il cioccolato può turbare il sonno? Leggi

1.291 milioni di euro

Rispetto al 2009 in Italia ci sono tre milioni di turisti in meno: l’Italia non è più la destinazione per eccellenza. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.