Album

Fin dall’inizio della sua carriera Zoltán Kocsis (1952-2016) era speciale: con la sua aria da ragazzino ribelle faceva scoppiare il pianoforte con ritmi e colori, divorando... Leggi

L’oracolo dell’hip hop è tornato con una corona di spine per la sua ultima profezia: una sorprendente riflessione sulla paternità, la famiglia e l’amicizia. I dischi... Leggi

pubblicità

Negli ultimi sei anni le Warpaint hanno avuto da fare: collaborazioni, progetti solisti, maternità e traslochi. Radiate like this rispecchia le tipiche strutture delle loro... Leggi

Finora i progetti paralleli dei Radiohead avevano sempre avuto uno scopo chiaro: Thom Yorke assecondava la sua fissazione per l’elettronica, Jonny Greenwood componeva colonne... Leggi

Sharon Van Etten è un’acrobata. Oltre a essere una cantautrice, una polistrumentista e una produttrice, fa anche la funambola. È una drammaturga in volo, o una palla di... Leggi

pubblicità

Mi ricordo di un recital in cui Grigorij Sokolov aveva eseguito tre sonate di Haydn senza soluzione di continuità, lasciando il pubblico tramortito. Su disco il problema... Leggi

Dopo aver aspettato a lungo (The inevitable end è del 2014), il duo elettronico norvegese dei Röyksopp è tornato con un notevole concept album, anticipato da una serie... Leggi

La sera del 4 maggio 1986 a Londra successe qualcosa di straordinario. Un piccolo miracolo dovuto alla fusione assoluta di un’artista lirica all’apice dei suoi mezzi sconfinati... Leggi

Per quasi vent’anni gli Arcade Fire hanno camminato sulla linea sottile tra la sincerità e il sentimentalismo. Dopo la sbandata cinica del quinto album Everything now –... Leggi

Sono passati quattro anni dall’uscita dell’album DAY­TONA, una meraviglia di sette brani costruita su pura abilità tecnica, velenoso rancore e un fenomenale Kanye West... Leggi

pubblicità

Se avete amato l’album di Little Simz Sometimes I might be introvert o 30 di Adele, saprete che una delle loro qualità distintive era l’incontro tra i cori e la strumentazione... Leggi

Quando nel 2001 Jason Pierce stava lavorando al mixaggio di Let it come down, la sua auto rimase parcheggiata davanti agli studi di Abbey Road così a lungo che la linfa degli... Leggi

Le suites di Händel sono state trascurate per anni, ma ora continuano a uscirne nuove edizioni su disco. Parlando di quella di Pierre Hantaï (Internazionale 1426) ci sembrava... Leggi

I Fontaines D.C. sembravano aver raggiunto la loro massima velocità nell’album di debutto Dogrel, invece hanno continuato ad accelerare. Nel seguito del 2020, A hero’s... Leggi

Essere isolati da tutti è doloroso, ma in Ghosted il chitarrista australiano Oren Ambarchi e gli svedesi Johan Berthling (contrabbasso) e Andreas Werliin (batteria) rimuginano... Leggi

pubblicità

L’ascolto di Sun Ra preparando la colazione è stata una delle influenze principali di Kurt Vile per (watch my moves), il suo nono disco. Come la musica del jazzista “cosmico”... Leggi

Mendelssohn suonato da un’orchestra da camera con il direttore alla tastiera è sempre una proposta allettante. L’Orchestre de chambre di Parigi e Lars Vogt mantengono... Leggi

Per il loro ultimo album Pascal Rophé e la sua orchestra della Loira si dedicano a musica di Debussy scritta per il pianoforte e poi orchestrata con l’approvazione del... Leggi

Durante la pandemia i Calexico si sono tenuti impegnati, pubblicando il disco natalizio Seasonal shift nel dicembre 2020 e lavorando a El mirador, il loro decimo album. Anche... Leggi

L’omonimo album delle britanniche Wet Leg è il debutto più seducente e divertente degli ultimi tempi. Un lavoro che vede questo duo dell’isola di Wight esattamente nel... Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.