Olivier Roy

È un professore di scienze politiche francese, esperto di islam. Insegna all’Istituto universitario europeo. Il suo ultimo libro pubblicato in Italia è La santa ignoranza (Feltrinelli 2009).

Olivier Roy
Il mito della Russia che difende l’occidente

Gli esperti di geopolitica occidentali vicini all’estrema destra amano l’idea che un occidente minacciato dall’islam abbia in Mosca il suo ultimo difensore. Questo significa non capire niente della realpolitik russa. Leggi

Gli ultimi attentati sono le azioni di individui soli e disperati

Dopo il Bataclan, gli attentati commessi in Europa rispondono a un modello differente e i loro autori sono diversissimi tra loro. Questi attentati (Nizza, Berlino e, più di recente, Londra) sono caratterizzati da un estremo dilettantismo. Leggi

pubblicità
La lotta culturale dei paesi europei per prevenire il terrorismo islamico

Cosa possono fare le società europee per combattere il terrorismo islamico? Come potrebbe cambiare l’atteggiamento verso l’islam e i giovani musulmani? Olivier Roy, Farhad Khosrokhavar, Adam Shatz e Fouad Laroui ne parlano al festival di Internazionale a Ferrara. Leggi

Quella dei jihadisti è una rivolta generazionale e nichilista

I terroristi non sono l’espressione di una radicalizzazione della popolazione musulmana, ma il prodotto di una rivolta generazionale che coinvolge una categoria precisa di giovani. Ma perché scelgono l’islam? Leggi

La strage di Tolosa e l’islam in Francia

Uccidendo dei militari musulmani francesi, Mohamed Merah ha forse voluto uccidere il suo doppio e il suo contrario: quella via dell’integrazione che oggi si afferma sempre di più. Leggi

pubblicità
In Siria si scontrano Teheran e Ankara

La grande novità – e il grande pericolo – della crisi siriana è il confronto tra due nuovi protagonisti, che finora avevano mantenuto un atteggiamento di pacifica convivenza: l’Iran e la Turchia. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.