Zuhair al Jezairy

È un giornalista iracheno.

Zuhair al Jezairy
La figlia di Saddam Hussein si affaccia sulla scena politica

Raghad Saddam Hussein ha rilasciato una lunga intervista in tv. È un segnale della sua volontà di scendere in campo, una minaccia dei sauditi a Teheran o un messaggio ai nostalgici del padre? Leggi

Le sfide dell’Iraq, dall’attacco a Erbil ai preparativi per la visita del papa 

Mentre aumentano i casi di covid-19 e la crisi economica si aggrava, il governo e i cittadini iracheni devono affrontare dure prove e i timori di nuovi conflitti. Leggi

pubblicità
Gli sciiti iracheni preparano il terreno per le prossime elezioni

Tra la difesa da possibili attentati e le denunce di futuri brogli elettorali, il partito e le milizie di Muqtada al Sadr prendono preventivamente il controllo del territorio. Leggi

La corruzione continua a ipotecare il futuro del paese

Il governo non riesce a garantire trasparenza nei conti pubblici, ma anche in carcere i detenuti denunciano la mancanza di diritti certi. Leggi

Il gruppo Stato islamico torna a farsi sentire

L’ultimo attentato avvenuto a Baghdad dimostra che gli estremisti non sono sconfitti e che il governo ha molte difficoltà a garantire la sicurezza nel paese. Leggi

pubblicità
Teheran e Baghdad aspettano le prime mosse di Joe Biden

Gli attacchi aerei israeliani e le nuove sanzioni internazionali fanno parte di una strategia di tensione lanciata dall’amministrazione statunitense uscente. Cosa farà il nuovo presidente? Leggi

Cristiani e musulmani iracheni aspettano la visita del papa

Il viaggio di papa Francesco è pieno di incognite, ma potrebbe essere un messaggio per l’intera regione. Leggi

Nelle scuole irachene il virus sembra sotto controllo

I contagi sono diminuiti in tutto il paese, ma il livello di allerta non diminuisce. A preoccupare sono soprattutto le proteste contro il governo e i festeggiamenti per la fine dell’anno. Leggi

Esplode la rabbia anche nel Kurdistan iracheno

I dipendenti pubblici reclamano i loro stipendi, ma la piazza punta il dito contro la corruzione del governo centrale. Leggi

Da Nassiriya potrebbe partire la scintilla di una nuova guerra civile

La città del sud dell’Iraq è l’epicentro delle proteste contro il governo. E il leader religioso sciita Moqtada al Sadr soffia sul fuoco per i suoi calcoli politici. Leggi

pubblicità
Un’epidemia di violenza contro le donne

Per le irachene la violenza domestica è all’ordine del giorno. Ma la crisi scatenata dal covid-19 ha esasperato la situazione: la società civile chiede con insistenza una legge per la difesa delle donne. Leggi

In Iraq Bassora ha raggiunto il culmine della povertà

Nella città petrolifera, considerata come la capitale economica del paese, ogni giorno i giovani manifestano per chiedere un lavoro. E la pandemia ha fatto salire il numero delle persone in povertà in tutto l’Iraq a più di 11 milioni. Leggi

Com’è stata accolta in Iraq la vittoria di Joe Biden

Non è chiaro finora se il presidente eletto cambierà la politica degli Stati Uniti in Medio Oriente. Tra gli iracheni, i dibattiti a questo proposito erano già cominciati molto prima del 3 novembre. Leggi

In piazza Tahrir a Baghdad sono sparite le tende dei manifestanti

È triste vedere il centro di Baghdad senza l’accampamento di protesta. Di un totale di 220 tende oggi ne rimangono solo 17, le altre sono state richiuse e messe via. Difficile capire il perché. Leggi

Il massacro che sconvolge l’Iraq

Il sequestro e l’uccisione di alcuni abitanti del villaggio sunnita di Farhatiya da parte di una milizia sciita mette ancora in evidenza le divisioni del paese. Leggi

pubblicità
I curdi iracheni aspettano l’aiuto di Baghdad

I rapporti tra il Kurdistan iracheno e il governo centrale restano segnati da sfiducia e divergenze, in particolare sulla gestione del petrolio. Ma nella regione autonoma gli effetti della crisi economica si fanno sentire sempre di più. Leggi

I conti in rosso di Baghdad

Il governo iracheno fatica a pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici e le pensioni. Per superare la crisi potrebbe essere costretto a indebitarsi ancora di più. Leggi

Il governo iracheno deve dimostrare la sua credibilità

Le manifestazioni di piazza e la comunità internazionale chiedono al premier iracheno di dimostrare la sua indipendenza da Teheran. Leggi

Una prima vittoria di Baghdad contro le milizie

Dopo un avvertimento lanciato da Washington, negli ultimi giorni ci sono stati alcuni improvvisi segnali di cambiamento nei comportamenti e nella struttura delle milizie filoiraniane irachene. Leggi

L’omicidio di una giovane farmacista sconvolge Baghdad

La capitale irachena è sotto shock per l’uccisione dell’attivista Sheelan Raouf e dei suoi genitori. Raouf era in prima linea nelle manifestazioni contro il governo che vanno avanti da quasi un anno. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.