Zuhair al Jezairy

È un giornalista iracheno.

Zuhair al Jezairy
Il parlamento iracheno vuole negare alle donne l’affidamento dei figli

Una modifica della legge sullo statuto personale mira a togliere alle donne il diritto all’affidamento dei figli, che dopo un eventuale divorzio dovrebbero vivere con il padre. Finora solo tre parlamentari si sono opposte. Leggi

Le madri dei manifestanti uccisi chiedono giustizia

In diverse città irachene le madri dei giovani uccisi dalla polizia e dalle milizie portano avanti una protesta solitaria perché sia fatta luce sugli omicidi. Intanto aumenta la violenza in vista delle elezioni di ottobre. Leggi

pubblicità
In Iraq la politica è lontana dai giovani

Il divario tra i due mondi si sta ampliando sempre di più. I politici sono indifferenti o ostili nei confronti dei giovani, che li accusano di rubargli il futuro. Leggi

Le manovre politiche in vista del voto in Iraq

Le diverse coalizioni confessionali stanno cercando di consolidare nuove alleanze. Il clima però è sempre più teso e si temono nuove violenze. Leggi

Un premier sotto assedio

Dopo l’arresto di un loro leader accusato dell’omicidio di manifestanti e attivisti, i miliziani hanno attaccato le sedi delle istituzioni. Il governo ha l’appoggio internazionale, ma le tensioni non si placano. Leggi

pubblicità
Mentre si avvicinano le elezioni aumentano gli omicidi politici

In vista delle legislative di ottobre aumentano le violenze. L’assassinio dell’attivista Ihab al Wazni, l’8 maggio, è un esempio di quali sono i piani occulti in atto. Anche se nessuno finora ha rivendicato l’operazione. Leggi

L’Iraq si prepara alle elezioni di ottobre

La campagna elettorale è già cominciata, ma anche se gli equilibri e le alleanze sono cambiate è probabile che il voto non porterà grandi novità. Leggi

La negligenza e la corruzione dietro all’incendio in un ospedale di Baghdad

Il terribile incidente è stato causato dal fallimento del sistema sanitario iracheno, dovuto alle mancanze della classe politica. E quindi potrebbe ripetersi. Leggi

L’Iraq cerca un ruolo da mediatore nei conflitti della regione

Come dimostra l’incontro tra iraniani e sauditi che si è svolto a Baghdad all’inizio del mese, il premier iracheno vuole essere protagonista della nuova strategia degli Stati Uniti in Medio Oriente. Ma gli ostacoli sono ancora molti. Leggi

La Turchia nel mirino delle milizie filoiraniane in Iraq

L’attacco a una base turca nella città di Bashiqa, nel nord dell’Iraq, sembra segnalare l’inizio di una nuova fase nello scontro militare con l’Iran sul suolo iracheno. Leggi

pubblicità
L’ombra dell’Iran nel dialogo per il ritiro delle forze statunitensi dall’Iraq

Mentre le trattative tra Baghdad e Washington vanno avanti, i militari americani continuano ad addestrare le truppe irachene. E le milizie sciite premono per la loro partenza. Leggi

Il commercio illegale delle armi è fuori controllo

Le tribù e le milizie che controllano l’Iraq contrabbandano le armi e le rivendono sul mercato nero. Con la collusione di funzionari, politici, bande criminali e affaristi corrotti. Leggi

Giochi di potere nei servizi segreti iracheni

Il conflitto tra il primo ministro Mustafa al Kadhimi e le milizie irachene filoiraniane si è riacceso. Questa volta il terreno di scontro è l’intelligence nazionale. Leggi

La missione solitaria del custode delle rovine sumere di Ur

A tramandare a Dhaif Mohsen al Ghazi tutte le conoscenze sull’antica città di Ur sono stati il padre e il nonno, che avevano lavorato con gli archeologi britannici nel primo novecento. Leggi

La visita del papa in Iraq è storica ma rischiosa

È il primo viaggio di un pontefice nel paese, che ha una lunga storia di guerre e divisioni. Leggi

pubblicità
La figlia di Saddam Hussein si affaccia sulla scena politica

Raghad Saddam Hussein ha rilasciato una lunga intervista in tv. È un segnale della sua volontà di scendere in campo, una minaccia dei sauditi a Teheran o un messaggio ai nostalgici del padre? Leggi

Le sfide dell’Iraq, dall’attacco a Erbil ai preparativi per la visita del papa 

Mentre aumentano i casi di covid-19 e la crisi economica si aggrava, il governo e i cittadini iracheni devono affrontare dure prove e i timori di nuovi conflitti. Leggi

Gli sciiti iracheni preparano il terreno per le prossime elezioni

Tra la difesa da possibili attentati e le denunce di futuri brogli elettorali, il partito e le milizie di Muqtada al Sadr prendono preventivamente il controllo del territorio. Leggi

La corruzione continua a ipotecare il futuro del paese

Il governo non riesce a garantire trasparenza nei conti pubblici, ma anche in carcere i detenuti denunciano la mancanza di diritti certi. Leggi

Il gruppo Stato islamico torna a farsi sentire

L’ultimo attentato avvenuto a Baghdad dimostra che gli estremisti non sono sconfitti e che il governo ha molte difficoltà a garantire la sicurezza nel paese. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.