Evoluzione

Il linguaggio dei bonobo è simile a quello dei neonati
Il linguaggio dei bonobo è simile a quello dei neonati. Un nuovo studio delle università di Birmingham e di Neuchâtel mostra come i versi dei bonobo, una specie di scimpanzé di piccole dimensioni, siano simili a quelli dei neonati. I bonobo emettono suoni corti e acuti per esprimersi in circostanze sia positive sia negative e per capirli è necessario interpretare il contesto. Questo tipo di comunicazione potrebbe rappresentare una importante transizione evolutiva dai versi collegati a uno stato emotivo a una vocalizzazione simile a quella umana, che è comparsa con i bonobo, i nostri antenati comuni con le scimmie, tra i sei e i dieci milioni di anni fa.
Se avessi un martello

I ricercatori studiano il modo in cui alcune scimmie usano le pietre per procurarsi il cibo. Un’occasione per capire l’evoluzione dell’uso degli utensili. Il video del New York Times.  Leggi

pubblicità
Sipress
L’ecoevoluzione spiegata da Alice

Se vuoi star fermo devi correre più forte che puoi. È solo un paradosso? Leggi

Gaia e le priorità scientifiche

L’idea di un armonico equilibrio della Terra non funziona. Ma se guardiamo la situazione da molto lontano, allora le cose cambiano. Leggi

pubblicità
Perché le brasiliane sono così meravigliose?

È semplice: sono un amalgama di diverse popolazioni umane. Leggi

2 + 2 non fa 22

Il nostro benessere dipende dal buon funzionamento degli ecosistemi. Se li violentiamo, per un po’ ci danno quel che ci serve, poi si schiantano. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.