Una vecchia auto parcheggiata alla periferia di Firenze. (Mirko Viglino)

Un’indagine fotografica

04 marzo 2019 17:44

Nella serie Under the killing moon, il fotografo Mirko Viglino ha ripercorso le vicende legate agli omicidi di otto coppie di amanti commessi in provincia di Firenze tra il 1968 e il 1985.

“Ho cominciato a lavorare al progetto nel 2016, dopo il ritrovamento di una pistola Beretta compatibile con il modello usato dal cosiddetto mostro di Firenze. Si tratta del caso giudiziario più lungo della storia italiana e ancora oggi è al centro di ricerche indipendenti svolte da appassionati e professionisti del settore investigativo. Per realizzare il mio progetto ho seguito una di queste squadre”, spiega Viglino.

Con l’aiuto del criminologo Valerio Scrivo, che da più di 15 anni studia il caso, Viglino ha esaminato le carte della magistratura e le prove raccolte nel corso degli anni. Così ha creato un percorso visivo in cui ha mescolato riproduzioni di reperti, foto dei luoghi dove sono stati commessi i delitti e alcune suggestioni personali.

Il progetto di Viglino è esposto a Roma negli spazi dell’associazione Aurea fino al 10 marzo nella mostra curata da Giovanni Cocco.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.