Un progetto britannico ha ampliato le nostre conoscenze sulle caratteristiche genetiche del cancro. I ricercatori hanno ricostruito l’intera sequenza del dna di più di dodicimila casi della malattia, che aveva colpito diversi organi, analizzando poi le mutazioni specifiche di ciascun tipo. Alcuni marcatori genetici erano già noti, ma ne sono stati trovati molti altri, alcuni dei quali rari, che caratterizzano i vari tipi di cancro. Lo studio delle mutazioni fornisce informazioni utili sui meccanismi che causano le alterazioni del dna e quindi lo sviluppo dei tumori. Per esempio, il fumo provoca alterazioni genetiche diverse da quelle dei raggi ultravioletti o da quelle legate al malfunzionamento dei meccanismi cellulari interni. Oltre che a fini diagnostici, i marcatori sono importanti proprio perché dipendono dal tipo di cancro. Di conseguenza, quando si sviluppano metastasi in più organi, è possibile capire quale è stato colpito prima. Infine, la speranza è che le nuove informazioni permettano di sviluppare trattamenti personalizzati per i pazienti, prescrivendo i farmaci più adatti. ◆

Questo articolo è uscito sul numero 1458 di Internazionale, a pagina 111. Compra questo numero | Abbonati