Il gruppo minerario australiano Infinity Lithium vuole aprire una miniera per l’estrazione del litio a Cáceres, cittadina dell’Estremadura, nel sudovest della Spagna. Ma deve affrontare la dura opposizione della popolazione locale e delle organizzazioni ambientaliste, che temono la distruzione delle alture intorno al centro urbano, scrive la Neue Zürcher Zeitung. Gli abitanti di Cáceres, continua il quotidiano svizzero, sono attirati dalle opportunità economiche dell’investimento: “Il litio è un metallo indispensabile nella fabbricazione delle batterie per le auto elettriche e i telefonini. In Europa, oltre a quello di Cáceres, ci sono giacimenti significativi solo nel nord del Portogallo e in Serbia”. Ma prevalgono le preoccupazioni per l’ambiente, e per il momento le proposte della Infinity Lithium non sono servite a nulla. Il progetto iniziale dell’azienda australiana prevedeva una miniera a cielo aperto. Ora, invece, la Infinity sostiene che realizzerà un sito interamente sotterraneo, che sarà invisibile e non impedirà alle persone di circolare nella zona. L’estrazione, inoltre, avverrà senza l’uso dell’acido solforico, anche se in questo modo si sfrutterà solo il 50 per cento del giacimento.

Questo articolo è uscito sul numero 1475 di Internazionale, a pagina 108. Compra questo numero | Abbonati