Sul fondale marino al largo dell’Africa occidentale, tra la Guinea e la Guinea Bissau, è stato scoperto un nuovo cratere. Chiamato Nadir, ha un diametro di circa otto chilometri e si trova sotto più di trecento metri di sedimenti. Si sarebbe formato circa 66 milioni di anni fa, nello stesso periodo quindi del cratere Chicxulub, nella penisola messicana dello Yucatán, legato all’estinzione dei dinosauri. Secondo Science Advances, i corpi celesti che hanno generato i due crateri potrebbero essere frammenti di un unico meteorite.

Questo articolo è uscito sul numero 1475 di Internazionale, a pagina 105. Compra questo numero | Abbonati