16 dicembre 2014 08:28

La corte suprema indiana ha respinto la richiesta di attenuazione delle condizioni di libertà provvisoria per i due fucilieri di marina italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Latorre, che attualmente è in Italia, chiedeva un’estensione di quattro mesi della sua permanenza in Italia, Girone di poter rientrare nel paese per tre mesi. Ma per il tribunale indiano la richiesta non può essere accettata perché l’inchiesta sulla morte dei due pescatori “non è finita” e “i capi di accusa non sono stati ancora presentati”. Askanews