04 dicembre 2020 17:44

Sono una giovane zia. Quando i miei nipotini vogliono giocare con me mi stanco in fretta, e penso che io passavo ore da sola in camera mia, senza mai sognarmi di coinvolgere genitori o zii. Mi sento pigra e i miei nipoti mi guardano delusi… Sono una zia orribile? –Claudia

“Chi ha il coraggio di ammettere che detesta giocare con i propri figli spesso è rassegnato all’assunto che il gioco debba essere dominato dai bambini”, scrive il professor Peter Gray su Psychology Today. Gli adulti si divertono in modo molto diverso. Non abbiamo la passione di fare e rifare la stessa cosa duecento volte di seguito mentre i bambini sono programmati in quel modo per imparare. “E se una madre si ritrova a fungere da accessorio di gioco”, continua Gray, “è normale che trovi noioso giocare con il figlio”.

La giornalista Rebecca Onion ha raccontato su Slate la sua esperienza di babysitter da adolescente: “È servita a farmi guadagnare una paghetta, a sviluppare il mio senso di responsabilità e a ritardare di almeno un decennio l’età a cui ho avuto i figli. Detestavo giocare a famigliola, far finta di partorire una bambola (ebbene sì) o essere cavalcata mentre ruggivo per tutta la stanza”. Il gioco con i tuoi nipoti non è veramente gioco se non ti diverti anche tu. Potresti cercare un modo di fare qualcosa che intrattiene anche te – giocare ai videogame, cucinare i biscotti – senza sentirti obbligata a fare nulla. La tua rivalsa arriverà tra qualche anno, quando i tuoi nipoti scopriranno che figata sia passare il tempo con una giovane zia molto meno noiosa dei loro genitori.