01 ottobre 2020 15:16

“L’anno in cui ha vinto le elezioni, Donald J. Trump ha pagato 750 dollari di tasse sul reddito. Nel suo primo anno alla Casa Bianca, ha pagato altri 750 dollari. Non ha pagato tasse in dieci dei quindici anni precedenti, in buona parte perché ha dichiarato di aver perso molti più soldi di quanti ne ha guadagnati”.

Il New York Times ha passato al setaccio migliaia di pagine di documenti. E la conclusione è che Donald Trump, uno degli imprenditori più famosi e ricchi degli Stati Uniti, ha grossi guai finanziari e debiti in scadenza per 400 milioni di dollari. Le poche imprese che gli vanno bene stanno in piedi perché si avvantaggiano del suo essere presidente. E sulle centinaia di milioni di dollari che incassa ogni anno dalle varie attività ha pagato poche tasse anche perché gli affari gli vanno così male che ha avuto diritto a cospicue detrazioni fiscali e ha usato con scaltrezza tutte le norme disponibili per eludere le imposte.

“Da un punto di vista sostanziale, tuttavia, l’elusione fiscale di Trump è meno importante della conferma di ciò che molti già sospettavano: la sua immagine accuratamente coltivata di uomo d’affari di grande successo è, come direbbe lui, una fake news. In realtà, ha fatto un pessimo lavoro nella gestione dei suoi affari”, ha scritto Paul Krugman sul New York Times.

Resta l’oltraggio di così poche tasse pagate da un imprenditore che, calcola Forbes, ha un patrimonio di 2,5 miliardi di dollari. La deputata democratica Alexandria Ocasio-Cortez, che prima di essere eletta lavorava come cameriera in un bar, ha scritto su Twitter: “Nel 2016 e nel 2017 ho pagato migliaia di dollari all’anno in tasse facendo la barista. Trump ha pagato 750 dollari. Ha contribuito a finanziare le nostre comunità meno delle cameriere e degli immigrati senza documenti. Donald Trump si preoccupa più di se stesso che del nostro paese”. È ricchissimo, ha montagne di debiti, paga meno tasse possibile: il ritratto del perfetto capitalista.

Questo articolo è uscito sul numero 1378 di Internazionale. Compra questo numero | Abbonati

Iscriviti ad Americana, la newsletter che racconta cosa succede negli Stati Uniti. È a cura di Alessio Marchionna, della redazione di Internazionale, e arriva la domenica mattina.