Sommario

24/29 aprile 2015 • Numero 1099

Il naufragio dell’Europa

Il numero dei migranti annegati nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno è trenta volte più alto rispetto allo stesso periodo del 2014

24/29 aprile 2015 • Numero 1099

In copertina

Il naufragio dell’Europa

Il numero dei migranti annegati dall’inizio dell’anno mentre cercavano di attraversare il Mediterraneo è trenta volte più alto rispetto allo stesso periodo del 2014. Il racconto di un ragazzo nigeriano sopravvissuto alla traversata 

Reportage

Il muro di Malta

L’isola del Mediterraneo è uno dei primi approdi per migliaia di profughi africani che fuggono dalla guerra e che troppo spesso finiscono rinchiusi in centri di detenzione simili a prigioni

pubblicità

Algeria

La voce fuori dal coro

Nei suoi articoli critica sia l’estremismo islamico sia il conformismo dei nazionalisti. Il giornalista Kamel Daoud è il simbolo di un’Algeria che cerca di liberarsi del suo passato

Birmania

La metropoli  deserta

È sei volte più grande di New York, con strade a venti corsie e campi da golf. A Naypyidaw, la capitale birmana costruita dieci anni fa, mancano solo le persone

Scienza

Dieci segreti per imparare

Rilassarsi, fare una pausa, giocare, studiare insieme agli altri. Oltre alle tecniche classiche ci sono molti modi per aiutarci ad apprendere qualcosa e a ricordarlo bene. Ecco dieci metodi suggeriti da New Scientist

pubblicità

Portfolio

La notte di Okinawa

Il fotografo Keizō Kitajima ha documentato il mondo della prostituzione che ruotava intorno alle basi statunitensi in Giappone negli anni settanta. Un incontro tra universi estranei, scrive Christian Caujolle

Ritratti

Haitham Abdalrazak. Sindrome irachena

In un paese dove i disturbi mentali sono ancora considerati una possessione demoniaca, è uno dei pochi psichiatri ad aiutare le vittime della violenza e dei traumi della guerra

Viaggi

L’Atlantide russa

A Mologa, la città fatta sommergere nel 1941 da Stalin per creare il bacino di una centrale idroelettrica, le acque si stanno ritirando

Graphic journalism

Cartolina dalle Langhe di Guascogna

Di Jean Harambat 

Pop

L’indecifrabile Günter Grass

Di Ariel Dorfman

pubblicità

Pop

La macchina  del tempo di Putin

Di Vladimir Soroki

Europa

Cent’anni di silenzio sul genocidio armeno

Il 24 aprile è il centesimo anniversario del primo genocidio europeo. L’opinione di un giornale armeno
 

Europa

Cambia la maggioranza in Finlandia

Alle elezioni del 19 aprile hanno vinto i centristi dell’ex imprenditore Juha Sipilä, che era all’opposizione
 

La reazione del Sudafrica alle aggressioni xenofobe

Gli attacchi contro gli stranieri a Durban e a Johannesburg sono la conseguenza di una grave crisi politica e sociale. Finora il governo ha semplicemente ignorato il problema

Americhe

L’America Latina non aiuta chi difende la terra

Secondo l’ultimo rapporto dell’ong Global witness, nel 2014 gli omicidi degli indigeni e dei militanti ambientalisti sono aumentati. Solo in Brasile sono state uccise 29 persone

pubblicità

Asia e Pacifico

Il regalo di Pechino a Islamabad

Il presidente cinese Xi Jinping è andato in Pakistan annunciando investimenti per 46 miliardi di dollari. Un impegno economico con risvolti strategici che riguardano anche l’India

Cultura

Lo schema di Sollywood

In Sudafrica, negli anni ottanta, il governo finanziava film per il pubblico nero. Caduto l’apartheid, restano le pellicole

Scienza e tecnologia

Una scossa al telefono

Alcuni smartphone potrebbero dare il primo allarme di un terremoto in arrivo nelle zone che non possono permettersi i sistemi di rilevamento tradizionali

Scienza e tecnologia

L’interprete automatico

Skype sta studiando un software per tradurre in tempo reale conversazioani tra persone che non parlano la stessa lingua

I creditori tedeschi infuriati con Vienna

Il governo austriaco ha deciso di non pagare i debiti della Hypo Alpe Adria, banca nazionalizzata nel 2009. I più colpiti sono gli investitori tedeschi, che ora minacciano azioni legali

pubblicità

Editoriali

Quanti morti servono

Eric Bonse, Die Tageszeitung, Germania

Editoriali

La falsa clemenza dell’Egitto

Le Monde, Francia

Opinioni

Il male peggiore

C’è molta gente che in ogni circostanza, con tono scettico, dice: non vedo la differenza tra. Per esempio, a un dibattito, ho sentito un tale che non vedeva la differenza tra le bombe mafiose che nel 1992-1993 fecero scempio di esseri umani e di opere d’arte a Firenze, Roma e Milano.

Opinioni

La violenza della polizia è solo un sintomo

Gli statunitensi hanno deciso che la risposta migliore a ogni problema sociale è ricorrere a uomini e donne specializzati nel suscitare paura e far rispettare l’ordine

Opinioni

Votate per scegliere  il vostro nemico

Nel Regno Unito non c’è nessuno per cui votare, ma moltissimi contro cui votare. Andate a votare se ci riuscite. Votate per disperazione. Votate oggi e cambiate il mondo domani

Opinioni

Via dallo sviluppo

A noi profani l’idea secondo cui la diffusione dei diritti favorisce la crescita economica appare ovvia. Al contrario, dalla seconda guerra mondiale in poi, le politiche dello sviluppo si sono concentrate esclusivamente sull’aspetto economico, mettendo da parte i diritti umani. 

Opinioni

Electro Vecchioni

Dan Solo, Stearica, Nibiru Prj 22

Opinioni

Uno sguardo attento

Al ritmo di due numeri all’anno (15 euro ognuno) la rivista The Eyes sta trovando la sua velocità di crociera. Questa pubblicazione bilingue (in inglese e francese) molto curata, che si è definita fin dall’inizio uno sguardo sulla fotografia europea, si sta concentrando numero dopo numero sulle città del vecchio continente. 

Opinioni

Latino per raffinati

La lunga catena di discussioni sull’insegnamento del latino nelle scuole (del greco classico spesso nemmeno si parla) si arricchisce d’un nuovo anello. L’avvio l’ha dato la proposta innovativa che la ministra francese dell’educazione Najat Vallaud-Belkacem ha rivolto alle scuole medie superiori.

Umanità

Citizenfour, il documentario di Laura Poitras che ha vinto l’Oscar, non è un film di spionaggio. È un film politico. Racconta la storia di Edward Snowden, ex analista della National security agency, uno degli organismi governativi statunitensi che si occupano della sicurezza nazionale. Leggi

Non siamo supereroi

È da poco morto il cane di famiglia e a mio nipote di quattro anni è stato detto che è partito per una lunga vacanza. Io ero contraria a raccontare balle, ma ti confesso che immaginarlo a rincorrere palline su spiagge esotiche è meno straziante che saperlo nel cassonetto dell’ospedale. Tu che ne pensi? Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.