Mauricio macri

Prove tecniche di revisionismo in Argentina

Confrontarsi con gli anni della dittatura è stato doloroso. Ma il presidente Macri sta provando a frenare il lavoro fatto finora. Leggi

Perché l’Argentina ha deciso di voltare pagina sul debito?

Nel 2001 l’Argentina aveva un debito pubblico da 82 miliardi di dollari e più di 14 anni dopo, il paese sta ancora cercando di sistemare le cose. Il 29 febbraio Buenos Aires ha accettato di pagare un saldo da 4,65 miliardi di dollari a quattro dei suoi principali creditori. Cosa è cambiato nel frattempo? Leggi

pubblicità
Macri vince le elezioni in Argentina

23 novembre: Il conservatore Mauricio Macri, che ha guidato l’opposizione raccolta nella coalizione Cambiemos, vince il secondo turno delle elezioni presidenziali argentine con il 51,4 per cento dei voti contro il candidato peronista Daniel Scioli, appoggiato dalla presidente uscente Cristina Fernández. Macri è un potente imprenditore argentino, è stato sindaco di Buenos Aires e presidente della squadra di calcio Boca Juniors, una delle più famose e importanti del paese. Ha vinto le elezioni argentine con la promessa di liberalizzare il mercato, di abbattere l’inflazione e di attirate capitali stranieri dopo 12 anni di governo di Néstor Kirchner e Cristina Fernández de Kirchner.

Il cinquantaseienne Macri, figlio di un magnate dell’edilizia italoargentino, riceve in eredità un’economia fragile: la crescita è permessa da una spesa pubblica insostenibile, le stime sull’inflazione sono molto superiori al 20 per cento e la banca centrale è pericolosamente a corto di riserve valutarie. L’Argentina è inoltre insolvente sul debito pubblico.

Macri ha promesso trattative serrate per ottenere un accordo che permetta al paese di accedere di nuovo ai mercati finanziari globali. Ha anche detto che farà tutto il possibile per smantellare la rete di controllo dei capitali e i vincoli al commercio creati da Cristina Fernández per attirare capitali stranieri.

Leggi le altre notizie dell’anno.

Chi è l’uomo che vuole cambiare l’Argentina

Figlio di un ricco industriale, Mauricio Macri è entrato in politica per dimostrare che poteva farcela da solo. Un ritratto del primo presidente conservatore dell’Argentina dopo anni di governi peronisti. Leggi

Cristina Fernández de Kirchner boicotta l’investitura del nuovo presidente dell’Argentina.
Cristina Fernández de Kirchner boicotta l’investitura del nuovo presidente dell’Argentina. La presidente uscente non ha partecipato all’insediamento del conservatore Mauricio Macri, eletto il 22 novembre. Ieri sera, Fernández ha salutato davanti alla Casa Rosada decine di migliaia di sostenitori, chiedendo loro di scendere in piazza se il nuovo governo non manterrà le promesse.
pubblicità
L’Argentina divisa che Mauricio Macri dovrà governare

Il nuovo presidente argentino, il conservatore Mauricio Macri, s’insedia oggi alla Casa Rosada. Si trova a dover governare un paese diviso dal punto di vista politico e sull’orlo di una nuova crisi economica. Ecco le sfide che dovrà affrontare. Leggi

La presidente uscente dell’Argentina saluta i suoi sostenitori

Il 9 dicembre Cristina Fernández de Kirchner ha salutato decine di migliaia di sostenitori davanti al palazzo presidenziale, la Casa Rosada. Il video dell’Afp. Leggi

Chi è Mauricio Macri, il nuovo presidente argentino

Il conservatore Mauricio Macri, del partito Propuesta republicana (Pro), è un potente imprenditore argentino, è sindaco di Buenos Aires ed è stato presidente della squadra di calcio Boca Juniors, una delle più famose dell’Argentina. Ha vinto le elezioni argentine, dopo 12 anni di governo di Néstor Kirchner e Cristina Fernández de Kirchner. Leggi

Il conservatore Mauricio Macri è il nuovo presidente dell’Argentina.
Il conservatore Mauricio Macri è il nuovo presidente dell’Argentina. L’imprenditore e sindaco di Buenos Aires ha ottenuto il 51,4 per cento dei consensi, appena 700mila voti in più di Daniel Scioli, candidato della formazione peronista al governo (48,6 per cento). Macri assumerà l’incarico il 10 dicembre, mettendo fine a dodici anni di potere della famiglia Kirchner.
L’Argentina sceglie il suo nuovo presidente
L’Argentina sceglie il suo nuovo presidente. Si sono aperti i seggi per le elezioni presidenziali. I tre candidati favoriti sono Daniel Scioli, appoggiato dal partito dell’attuale presidente Cristina Fernández de Kirchner, il conservatore Mauricio Macri e Sergio Massa. Secondo i sondaggi Scioli è il favorito ma è probabile che vada al ballottaggio con Macri.
pubblicità
La fine dell’era Kirchner in Argentina

Dopo dodici anni, la famiglia Kirchner lascia il potere. Gli argentini dovranno scegliere se dare fiducia al successore di Cristina Fernández o concedere una possibilità all’opposizione. Leggi

Le elezioni in Argentina: i candidati e i temi della campagna elettorale

Con le elezioni del 25 ottobre l’Argentina dice addio all’era dei Kirchner e alla presidenza di Cristina Fernández, che ha governato il paese per otto anni. Chi sono i candidati e quali sono le loro proposte.  Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.