24 novembre 2014 11:07

È morto in ospedale Tamir Rice, 12 anni, colpito da due colpi di pistola sparati dagli agenti a Cleveland, in Ohio. Rice aveva quella che è risultata essere una pistola finta e non aveva obbedito all’ordine di alzare le mani.

Gli agenti, uno al suo primo anno nelle forze dell’ordine e l’altro con dieci anni di servizio alle spalle, avevano risposto a una chiamata su un “uomo che minacciava la gente con una pistola”. A quanto riferito in seguito dalla polizia, i due non sapevano che la persona al telefono aveva detto che la pistola poteva essere falsa e chi la impugnava poteva essere minorenne.

Il vicecapo della polizia, Ed Tomba, ha detto che Tamir Rice non ha minacciato gli agenti né fisicamente né verbalmente. È stato colpito da due colpi di pistola quando ha estratto la pistola giocattolo dalla cintura dei pantaloni. La polizia ha poi reso noto che si trattava di una pistola ad aria compressa, a cui era stato rimosso il tappo arancione che contraddistingue le armi giocattolo.

La polizia ha aperto un’indagine e i due agenti sono stati temporaneamente sospesi dal servizio. Il legale della famiglia Rice sta conducendo un’indagine parallela.
Bbc, Cleveland.com